Home Cult Music Pino Daniele a tre anni dalla sua scomparsa, tra ricordi, raccolte, docu-film,...

Pino Daniele a tre anni dalla sua scomparsa, tra ricordi, raccolte, docu-film, concerti e articoli

Pino Daniele tre anni fa ci lasciava a causa di un grave problema cardiaco. Qui lo ricordiamo attraverso le iniziative e gli articoli a lui dedicati in questi anni.

192
0
SHARE
pino daniele
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]
Pino Daniele tre anni fa ci lasciava, tradito dal suo “grande cuore” che da tempo presentava, purtroppo, dei seri problemi clinici.

La notte del 4 Dicembre del 2015 resterà impressa nella mente di molti, di tanti, perchè la notizia della morte di Pino scosse tutti. Sembrava così inverosimile che uno come Pino Daniele non ci fosse più e tutti rimanemmo letteralmente senza parole.
Quella notte, a confermare quello che era successo fu un post sui social di Eros Ramazzotti. Pino, il 31 dicembre del 2014, qualche giorno prima della sua morte, si era esibito a Courmayeur, concerto così la sua ultima apparizione pubblica.

A Pino noi di FareMusic, in questi anni, abbiamo dedicato tanti articoli, tra cui uno di Athos Enrile che, attraverso Lino Vairetti, ha ricordato il grande artista partenopeo.
Questo l’articolo in Oggetto:

Lino Vairetti ricorda Pino Daniele

Dalla morte dell’artista, il figlio di Pino, Alex, ha fatto in modo che il ricordo, i valori etici ed umani del padre rimanessero sempre vivi. Da qui la fondazione della “Pino Daniele Trust Onlus” sotto la cui egida sono nati, in questi anni, diversi progetti dedicati all’artista.

Tra gli ultimi di tali progetti c’è l’uscita, qualche settimana fa, della raccolta “Quando” per Warner Music (la precedente era stata dell’Universal), che contiene 6 CD con 95 brani del repertorio di Pino Daniele rimasterizzati dai nastri originali dei 15 album del cantautore pubblicati tra il 1981 e il 1999, da “Vai mo’” a “Dimmi cosa succede sulla terra”, da “Vella ‘mbriana” a “Musicante”, da “Ferryboat” a “Mascalzone latino”, da “Un uomo in blues” a “Non calpestare i fiori nel deserto” e così via.

pino daniele

Oltre ai brani rimasterizzati, nel cofanetto ci sono anche demo, provini e versioni alternative mai pubblicate, delle tracce bonus come versioni in spagnolo di alcuni brani di Pino, remix e instrumental mix di quell’epoca, un libro di 72 pagine con testi, foto, commenti, rarità e memorabilia e, per finire, il DVD del film-documentario “Pino Daniele – Il tempo resterà“, scritto e diretto da Giorgio Verdelli, presentato il 19 marzo in anteprima nazionale al Teatro di San Carlo; quella serata fu anche l’ultima apparizione di Rino Zurzolo, morto prematuramente il 30 aprile (di cui abbiamo parlato in un articolo).

Del documentario presentato al Teatro di San Carlo abbiamo parlato in un articolo di Misses Diaphane, come qui di seguito.

PINO DANIELE: RIECHEGGIA IL CANTO BLUES IN UN DOCU-FILM DEDICATO ALL’ARTISTA PARTENOPEO

Lo stesso film è stato poi riproposto, Domenica 17 settembre alle 20.30 in una trasmissione dedicata a Pino (PER RIVEDERE LA TRASMISSIONE -> QUI). Nel documentario erano presenti, tra le altre, Tullio De Piscopo, Joe Amoruso, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese e Rino Zurzolo (la storica band di Vaimò).
Di questo avevamo parlato in un articolo di Alessandro Filindeu.

Pino Daniele meritava di più dalla TV di Stato – “Pino Daniele – Il tempo resterà” su Raitre

Il prossimo progetto che riguarderà Pino Daniele, sempre tramite la fondazione “Pino Daniele Trust Onlus”, è il grande concerto “Pino è”, in programma allo stadio San Paolo di Napoli il 7 giugno 2018, a cui parteciperanno alcuni grandi artisti della musica italiana oltre ad amici di Pino. Una parte dell’incasso sarà devoluta in beneficenza.

pino daniele

 

Commento su Faremusic.it