Home Musica Mango, l’artista che sapeva farsi “mezzo” per arrivare al cuore -L’artista ricordato...

Mango, l’artista che sapeva farsi “mezzo” per arrivare al cuore -L’artista ricordato nella settimana del MMW

Mango è stato celebrato nella settimana del Milano Music Week con un incontro organizzato da Laura Valente tenutosi presso il CPM di Mussida

36
0
SHARE
Mango
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

di Missis Diaphane

Mango mai dimenticato, celebrato nella settimana del Milano Music Week

Si è tenuto al CPM di Milano, nell’ambito della prima edizione del MMW (di cui abbiamo parlato in un recente articolo), un convegno incentrato sulle peculiarità vocali del cantante Mango, dove attraverso le letture, i racconti, ed i filmati proposti si sono potute comprendere le abilità tecniche di quest’artista unico nel suo genere.

Un evento arricchito dalla presenza di ospiti degni di nota come la discografica che portò al successo il cantante, Mara Maionchi,  l’ autore di molti testi delle canzoni di Pino  oltre che suo produttore, Alberto Salerno, i colleghi Enrico Ruggeri, il tecnico del suono Lorenzo Cazzaniga, e il giornalista Luzzato Fegiz. Tutti hanno raccontato, dal loro punto di vista, le qualità interpretative e l’espressività comunicazionale che hanno sempre contraddistinto l’artista Mango all’interno del panorama musicale.

mango

Un evento molto particolare e intimo, dove gli argomenti sono stati esposti attraverso una chiacchierata dai toni confidenziali tra Laura Valente e Franco Mussida durata ben tre ore, intervallata dalle esibizioni degli allievi dell’istituto CPM che si sono cimentati in esecuzioni di brani di Mango.

Potrei continuare elencandovi tutti i momenti dell’appuntamento, ma sarebbe inutile, per quello basta rivedere la registrazione disponibile online, oppure riportarvi esattamente parola per parola cos’è stato detto sulle capacità vocali di quest’artista, esaminandole passo dopo passo, ma per far questo, secondo me, bisogna essere altamente preparati, e allora, direte voi, cosa ci racconti?

IN RICORDO DI MANGO PER IL MMW2017

#Mango #MMW: Streaming dell'evento che rende omaggio a Mango al CPM Music Institute nel contesto del Milano Music WeekMilano Music Week 2017: Mango Un Geniale Artista Della Voce Milano Music Week 2017 Alberto Salerno Mara Maionchi#cpm #mango #lauravalente #missisdiaphane

Pubblicato da FareMusic di FMD – Fare Musica&Dintorni su Martedì 21 novembre 2017

Vorrei invece parlarvi di quello che alla fine, al di fuori di tutti questi tecnicismi, mi è rimasto dentro.

Negli anni ‘80 ero troppo piccola per ricordarmi di lui, delle sue esibizioni, e dopo ero troppo presa dalla futilità degli ascolti per potermi soffermare su di un unico artista, però la voce di Pino me la ricordo, eccome se me la ricordo. Quando cantava ti arrivava dritto al cuore, con un’intensità travolgente, come un onda altissima nata da un mare calmo.

Quelli erano gli anni dei karaoke e Pino ci fregava sempre, quando cantava faceva sembrare il brano semplice da eseguire, ma vi assicuro che ne ho vista di gente cambiar colore per la mancanza di fiato, perché quei falsetti fatti da lui sembravano accessibili a chiunque, ed invece poteva cantarli solamente lui.

Ho sempre pensato a Mango come uno di quegli artisti a cui contava più Essere che Esserci e ieri ne ho avuto la riprova.

Attraverso le parole dei presenti mi sono fatta un’idea di che persona lui fosse, uno attento, preciso, a volte pignolo, vero, diretto, leale, coerente ma anche un po’ rude come la sua terra, che non ha mai voluto abbandonare.

mango

Una persona che non lasciava nulla al caso, e per questo secondo me è stato un gran lavoratore, perché per arrivare a quel livello, puoi anche aver ricevuto un “dono”, ma lo devi anche saper coltivare lavorando duro, e sono convinta che lui con caparbietà lo abbia fatto.

Uno che è riuscito a trasformare semplici parole in emozioni, a dare un’anima a delle melodie e farsi “mezzo” per farli arrivare.

Perchè se così non fosse, non mi spiego come nel buio di una sala, senti la sua voce e ti ritrovi a luce accesa, con la bocca aperta a chiederti perché non sono andata mai ad un suo concerto?

Poi ti giri e vedi coloro che vi hanno partecipato, vedi i loro occhi pieni di lacrime, accompagnati da dolci sorrisi e ti lasci trasportare da quei fragorosi applausi di ringraziamento.

Questa serata, non ho conosciuto solo la figura di un grande Artista, ma ho potuto constatare in prima persona la parola Amore.

Laura sta facendo un gran lavoro per commemorarne la memoria, è una donna forte, tenace e grazie a lei anche i millennials potranno scoprire chi era davvero Pino Mango e la sua arte.

Commento su FMD