Home Cult Music Lucio Dalla: A 40 anni dalla 1ma pubblicazione esce “Come è profondo...

Lucio Dalla: A 40 anni dalla 1ma pubblicazione esce “Come è profondo il Mare” rimasterizzato

Lucio Dalla: Presentato presso la Sony Music Italia il capolavoro dell'artista, "Come è profondo il Mare", rimasterizzato

28
0
SHARE
lucio dalla
Voto Utenti
[Total: 0 Average: 0]

di Missis Diaphane

LUCIO DALLA – Conferenza Stampa presso la Sony Music Italia per la presentazione del progetto “COME È PROFONDO IL MARE”, versione rimasterizzata del capolavoro del grande LUCIO DALLA che, a quarant’anni dalla prima pubblicazione, torna nei negozi dal 24 novembre.

A quarant’anni dalla prima pubblicazione, il 24 novembre uscirà “Come è profondo il mare” Legacy Edition, con una doppia versione CD ed LP contenente entrambi un cd aggiuntivo con 7 brani live in versione inedita, oltre ad un libretto di oltre quaranta pagine.

Un capolavoro rimasterizzato e di qualità superiore ( in 4k) rispetto all’originale, dove permetterà anche ai meno abbietti di conoscere le doti creative ed artistiche di un grande artica come lo era Lucio Dalla.

Presentato ieri, nella sede della Sony Music detentore dei diritti, abbiamo avuto il piacere di riascoltare questa versione esclusiva ed è stato come fare un tuffo nel passato.

Presente all’appuntamento ritroviamo il cantante Ron, che ci ha accompagnato, attraverso i suoi ricordi, durante la visione di una sorta di docu-film che farà parte di una produzione suddivisa in sette puntate dal titolo “33 GIRI – ITALIAN MASTERS”, in onda su SkyArte, dove verranno esaminati sette album, di sette grandi artisti come: Francesco Guccini, Ivan Graziani, Fabrizio De Andrè, Franco Battiato, Giorgio Gaber, Rino Gaetano e lo stesso Dalla, che hanno segnato la storia della musica italiana.

Com'è profondo il mare.#sonymusic #missisdiaphane #luciodalla

Pubblicato da Missis Diaphane su Martedì 21 novembre 2017

Il cantante ricorda la sua partecipazione al disco, dove ai tempi suonava la chitarra acustica:

“… questo è un disco importante, perché per Lucio ha significati la svolta, dove lo vedeva finalmente impegnato come autore dei testi, accompagnato da quel moto di cambiamento, dato anche dalla precedente rottura con Roversi; per un Artista come lui questo è stato il motore e la spinta di cui aveva bisogno in quel momento… Testardo, curioso, a tratti irriverente, ha saputo trasformare con ironia e romanticità le caratteristiche del genere umano, descrivendole nei minimi particolari, con classe e semplicità, continua, dopo anni di dure battaglie per affermarsi, nonostante avesse già partecipato al Festival, si è ritrovato stanco, certo erano anche anni difficili, era il ‘77, gli anni di piombo, e lui che a modo suo è sempre stato un  rivoluzionario, non si è lasciato abbattere,  si è ritirato alle Tremiti, luogo dove era solito andare in completa solitudine e ne è tornato con questo capolavoro che lo ha consacrato al grande pubblico come musicista, autore ed interprete”. 

Fantasioso, eclettico, unico nel suo genere, in quel periodo ha vissuto un vero e proprio momento di grazia, dove la florida creatività gli ha permesso di realizzare nel giro di poco tempo album come Dalla e Lucio Dalla.

Nel video vediamo com’e’ avvenuta la produzione di “Come è profondo il mare”, la sua particolare lavorazione su 24 tracce, la costruzione di quei accordi dissonanti, come le enarmonie (Fa#-Do) che ne caratterizzano la composizione, i cori eseguiti dagli stessi musicisti, la struttura di quel basso progressivo che viene inserito in seconda battuta, sino ad arrivare all’ascolto puro delle improvvisazioni jazzistiche tipiche di Lucio Dalla.

La puntata si conclude con l’esecuzione, solo piano e voce, di Ron, del brano “Quale Allegria” scritto dallo stesso Lucio per Ornella Vanoni.

Minuti di puro godimento che mi hanno fanno ricordare quale grande Artista è stato e quanto manca oggi, nel panorama musicale, uno così.

 

Commento su FMD