Home Musica Recensioni Concerti Paola Turci inizia il “Secondo Cuore Tour” da Crema – RECENSIONE

Paola Turci inizia il “Secondo Cuore Tour” da Crema – RECENSIONE

41
0
SHARE
ph. Simone Valvassori
Voto Autore
di Marco Fioravanti

Paola Turci sta vivendo una seconda giovinezza ed è al massimo del suo splendore!

Lunedì 13 novembre ha inaugurato la sua tournée teatrale a Crema, al Teatro San Domenico, tempio ormai dichiarato delle date-zero dei più bei nomi del panorama musicale italiano. Il Secondo Cuore Tour, organizzato da F&P group, è partito nella maniera migliore. Il teatro era tutto esaurito da giorni ed il pubblico ha accolto con calore ed entusiasmo la performance della brava Paola.

E’ stata pubblicata da pochi giorni la riedizione del disco uscito dopo il Festival di Sanremo, “Il secondo cuore”, con l’aggiunti di tre brani inediti, “Offline”, “Eclissi” e “Al Posto Giusto” (di cui abbiamo parlato in un precedente articolo).

Proprio “Offline” è stato il brano con cui è iniziato e finito il concerto, in due vesti completamente diverse, più rock all’inizio e più acustica per la chiusura, due versioni che rappresenta al meglio le due anime della Turci, quella più pop e rock, dove Paola si scatena come una vera rocker d’annata, e quella più intimista, dove le parole delle canzoni sembrano scaturire direttamente dal suo cuore.

ph. Simone Valvassori

La serata si snoda tra brani nuovi e vecchi e con il passare dei minuti la tensione che all’inizio lega la cantautrice romana, lentamente si stempera ed offre la giusta dimensione al talento della Turci. Lei stessa si confessa dicendo che “di solito parlo di più nei live ma sto vivendo con voi la serata per capire se sta funzionando”. In fin dei conti le date-zero servono anche a questo, a rodare al meglio uno spettacolo al debutto. Molte canzoni hanno un arrangiamento diverso dall’originale; ad alcune la nuova veste da un valore aggiunto, come “Bambini” o “Stato di calma apparente”, altre funzionano un po’ meno, come “Volo così”.

Ben ventisei sono le canzoni che Paola canta e suona durante la data cremasca. Tra le tante, un bellissimo brano in romano “Ma dimme te”, scritto dalla Turci stessa, compreso nel suo ultimo disco, dove Paola si sfoga, regalandoci un’altra sfaccettatura del suo carattere.

Addirittura due volte viene chiamata sul palco a fine concerto; alla prima uscita c’è posto per “Sai che è un attimo” e per i due brani che a Sanremo 2017 l’hanno vista perfettamente protagonista, e cioè la sua versione di “Un’emozione da poco” di Anna Oxa e la grintosa “Fatti bella per te”, che già dalle prima note vede il teatro esplodere. Nel secondo bis presenta “Ti amerò lo stesso”, completamente a cappella, la famosa “Hallelujah” di Leonard Cohen, che cantò anche in Amiche in Arena con Elisa e la versione unplugged di “Offline”.

ph. Simone Valvassori

Il debutto di Paola Turci è avvenuto ben trentuno anni fa, al Sanremo del 1986. Proprio dal Festival arrivano molti dei suo brani, da “Bambini” fino al  grande trionfo di quest’anno “Fatti bella per me”, un rilancio inaspettato ma assolutamente giusto, per una brava artista come Paola, forse mai premiata abbastanza per il valore che ha.

Le prossime date del Secondo Cuore tour saranno il 15 novembre da Torino (Teatro Colosseo), il 17 a Marghera (Nave de vero), 19 a Bologna (Teatro Il Celebrazioni), 21 a Cosenza (Teatro Rendano), 23 a Catania (Teatro Metropolitan), 24 a Palermo (Teatro Golden), 27 a Roma (Auditorium Parco della Musica), 28 a Milano (Teatro degli Arcimboldi), 30 a Biella (Teatro Odeon), 4 dicembre a Napoli (Teatro Augusteo), 5 dicembre a Firenze (Teatro Puccini), 11 dicembre a Rimini (Teatro Novelli), 13 dicembre a Lecce (Teatro Politeama Greco), 14 dicembre a Taranto (Teatro Orfeo) e il 15 dicembre a Cerignola (Teatro Mercadante).

Scaletta della serata:

Commento su FMD