Home Musica Guitar Star, il primo talent per chitarristi con Tony Visconti, George Benson e...

Guitar Star, il primo talent per chitarristi con Tony Visconti, George Benson e Miloš Karadaglic

60
0
SHARE
guitar star
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

di Veronica Ventavoli

Come i veri appassionati di musica avranno avuto modo di constatare, su Sky Arte HD è approdato il primo talent per chitarristi: Guitar Star.

Il programma, che accompagnerà i telespettatori di Sky Arte HD per otto domeniche, a partire dalle ore 21.15, vede come giurati tre mostri sacri del mondo musicale: Tony Visconti, George Benson e Miloš Karadaglic.

guitar star

Che dire di Tony Visconti? Il produttore newyorkese è uno dei più noti e ricercati a livello internazionale; negli anni ha curato gran parte degli album di David Bowie (compreso l’ultimo, lo splendido Blackstar) e ha lavorato con Adam Ant, The Stranglers, Morrissey e innumerevoli altre star.

Ad affiancare lo storico braccio destro del Duca bianco, il mitico  George Benson e il grandissimo musicista Miloš Karadaglic, due virtuosi della chitarra.

guitar star

Il primo, statunitense classe 1943, è per molti una vera leggenda: chitarrista, cantante e compositore originalissimo, è infatti considerato il caposcuola di un preciso tipo di jazz e nel tempo ha saputo collezionare una serie di hit internazionali come Give Me the Night e Turn your love around.

Il montenegrino Miloš Karadaglic, infine, a dispetto della giovane età (34 anni) è invece un maestro della chitarra classica, avvezzo da anni ad esibirsi nei principali teatri e con le orchestre più note del mondo.

guitar star

Nel corso delle otto puntate del talent, chitarristi di tutti i generi si sfideranno per aggiudicarsi la vittoria, consistente nella possibilità di suonare sul palco principale del Latitude Festival, una delle rassegne musicali estive più famose in Gran Bretagna.

La prima puntata si è concentrata sulle audizioni; i giudici hanno ascoltato musicisti di ogni età impegnati nell’esecuzione di pezzi noti o inediti di genere rock, jazz, classica, acustica. Sono stati soltanto otto i chitarristi selezionati, entrati quindi nel pieno della gara.

guitar star

Ad attenderli, fatica e impegno ma anche la soddisfazione di trovarsi faccia a faccia con i tre giudici d’eccezione da cui apprendere il più possibile e avranno l’opportunità di assistere a esecuzioni di altri grandi artisti, maestri, come lo stesso Benson, che in un suo concerto esclusivo nel famoso jazz club londinese Ronnie Scott’s, ha portato con se, per una intera giornata, i ragazzi, facendoli suonare sul palco e poi giudicando le loro esibizioni live.

Per quanto riguarda i social, ricordiamo che è possibile commentare le serate del talent attraverso l’hashtag #GuitarStar.

Al termine di ogni puntata del talent, la programmazione di Sky Arte continua nel solco della passione per le sei corde con la messa in onda di film e documentari sui più grandi chitarristi della storia, da Santana a Jimi Hendrix, passando per Paco De Lucia e Mark Knopfler.

 

SHARE
Previous articleBRYAN ADAMS: A Novembre fuori la raccolta “ULTIMATE” e sei concerti in Italia
Next articleAMICI: Si aggiungono altri tasselli alla 17ma Edizione del talent di Maria De Filippi
Veronica Ventavoli

Pistoiese di nascita, prima di laurearmi in Storia medievale all’Università di Siena e poi in Storia contemporanea a La Sapienza di Roma, ho lavorato per oltre dieci anni come cantante solista e in vari gruppi di cover toscani. In tale veste, vincendo quella che al tempo si chiamava Accademia della Canzone di Sanremo, ho avuto l’opportunità di partecipare all’omonimo Festival del 2005 classificandomi al terzo posto nella categoria Giovani. I primi ricordi nitidi che ho mi vedono impegnata a inventare e disegnare cartoni che non si sono mai animati, a imitare nei cortili parenti e personaggi famosi, a consumare i tanti 45 e 33 giri ricevuti in regalo da zii, cugini, vicini di casa: fra le sigle di Fantastico e il prog italiano degli anni Settanta, tra Pupo e i Beatles, anche se priva di fratelli e sorelle non mi sono mai sentita sola! Gli amici mi chiamano “scimmietta” perché sono tuttora curiosissima di conoscere canzoni, libri e film. Sono – da sempre, mi pare – devotamente innamorata di gatti, pastasciutte, David Bowie, Anna Marchesini e “Cipì” di Mario Lodi.

Commento su FMD