Home Musica X Factor 2017: Conferenza stampa di presentazione

X Factor 2017: Conferenza stampa di presentazione

X Factor 2017: Ieri la Conferenza Stampa di presentazione dell'11ma Edizione. Questa sera la prima puntata su Sky Uno, in differita su TV8 domani sera.

18
0
SHARE
x factor
Crediti Foto Stefano De Maco per FareMusic
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 5]

di Stefano De Maco

Ieri c’è stata la conferenza di presentazione del talent in onda questa sera su Sky Uno (e in differita domani sera su TV8).

Quindi X Factor 2017 prende via!

Novità nei volti e nei contenuti. Nuovo ingresso, già annunciato, di Levante, artista di tendenza del mondo Indie di cui la Produzione – altra novità – ha deciso di prestare molta più attenzione che in passato. Rientro gradito a tutti, quello di Mara Maionchi, volto storico e certezza inossidabile, e riconferma per Manuel Agnelli e Fedez.
Novità anche nei contenuti: più spazio agli inediti, sopratutto se scritti direttamente dai concorrenti, perchè la finalità da perseguire è la curiosità e ricerca di talento e ispirazione.

X Factor

Più spazio ai canali di diffusione della Musica

Nuova anche la partnership con Spotify, che sottolinea e consacra lo streaming, tendenza ormai  diventata realtà (tanto che persino la FIMI l’ha introdotta come criterio nelle certificazioni). Altra novità saranno le dirette radiofoniche attraverso la partnership con RTL, permettendo così ad n pubblico più vasto di vivere il Live anziché la replica.

Un contest aperto alle nuove realtà sociali

Nuova la decisione di trasformare il contest in uno specchio della realtà italiana, aprendo le porte anche a talenti stranieri di seconda generazione oppure profughi. Persone cresciute o arrivate che si sono integrate nella collettività, Praticamente l’attualità dello ius soli e dei migranti in un colpo solo. Una decisione netta di lasciarsi alle spalle una visione troppo circoscritta e locale.

Gli inediti

Uno sguardo al futuro sembra il leit-motiv anche nelle scelte della Produzione, che per gli inediti curerà anche la ralizzazione dei videoclip dei brani. Il tutto sotto l’ombrello della Sony Music, altro partner strategico. Già dalla 5/ta puntata gli inediti diventeranno parte integrante della gara, spostando l’accento sulla particolarità artistica molto più di quanto fatto in passato. Quindi non più solo cover. Ma attenzione, #Xfactor è e rimane una trasmissione TV. Il suo ruolo può essere solo quello di trampolino o ” incubatore” perché il successo artistico è un’altra cosa. Richiede più tempo e investimenti, compito che spetta alla Discografia e ai Produttori artistici. Mara ricordava i primi tempi di Gianna Nannini, di cui era produttrice, per la quale ci vollero tre album prima di arrivare all’equilibrio e identità artistica di “America“. Da lì in poi, il successo. Benché oggi i tempi siano più veloci, il metodo non cambia. Lavoro duro e costanza, il talento da solo non basta.

 

 x factor

I giudici

Mara Maionchi, a suo agio nella sua franchezza, si affianca a Levante, tutt’altro che intimidita dalle luci della ribalta, ricca di verve ed energia. E tra le due è già amore a prima vista. Vedremo poi nella gara.
Fedez in tono minore, ma pungente e laconico. Manuel Agnelli sempre più calato nel suo ruolo di outsider, nel look e nei contenuti. Forse ha già capito come amministrare la notorietà a suo vantaggio, senza sminuire il suo peso specifico. E il rassicurante Cattelan, giunto alla settima edizione di#Xfactor, sempre più padrone di casa calibrato. Si Prevede per lui un futuro brillante come conduttore dei prossimi 10 anni.

Denominatore comune per tutti è l’impegno ad evitare la creazione di cloni (per Levante quasi un imperativo stroncare le emule di Whitney Houston). Originalità in primis. E questo è un più concetto Indie che Pop Mainstream. Cercare il Talento ovunque si trovi, in qualunque colore della pelle o taglio degli occhi.

Ognuno dei giudici è stato sintetico ma preciso. Mara ha confermato che non cambierà il suo modo di essere, cercando il successo basato sul duro lavoro, impegno e fatica. Fedez ha già individuato figure promettenti. Manuel saggiamente plaude all’ingresso di linguaggi più indie quasi rivendicandone il merito tra le righe. La più fresca ovviamente è Levante, tutt’altro che intimidita, ma non spavalda. Una quaterna dove si mescola esperienza e carattere.

x factor

La carica dei 500.000

500.000 fino ad ora i partecipanti ai casting nelle varie edizioni di #Xfactor targato #Sky. Ragazzi che hanno fatto km e attese per giocarsi tutto in 3 minuti di ascolto (in condizioni non sempre ottimali) da parte di una giuria eterogenea rispetto a edizioni passate, ma espressione significativa dei nuovi segmenti del mercato musicale, soprattutto tra i 16/20enni, che rappresentano le nuove generazioni che avanzano, nuova linfa che aspetta di fiorire.

Elio e Strafactor

Dalla cascina Zibbo Elio in collegamento presenta Strafactor e la sua giuria alternativa, placide mucche intente a ruminare. Saranno i loro muggiti, avvisa Elio, il verdetto finale in caso di controversie. L’ironia smorzerà sicuramente le tensioni della gara. Alleggerire con sarcasmo e intelligenza non sarà semplice, ma sicuramente utile.

x factor

Mika, Skunk, Álvaro?

Come mai si torna a giudici italiani dopo edizioni con grandi nomi del pop internazionale? Non è un passo indietro, ma una decisa virata sulla realtà della nostra scena musicale, talmente ricca di fermenti da rendere necessario un cambio di rotta. Dopo il rap con Fedez, il rock alternativo di Manuel, ora l’Indie fa capolino con Levante.

No al passato, no alla plastica, no ai cloni.

Così possiamo riassumere la filosofia di questa edizione, un format che si evolve nei contenuti per non diventare clone di se stesso. Andare alla ricerca di ciò che ora è tendenza per trasformarlo in Mainstream. Cosa che non farebbe male anche ad altri tipologie di trasmissioni che della musica fanno il proprio main content.

x factor

Dopo i Soul System vincitori della scorsa edizione (che hanno appena pubblicato il loro primo album) potremmo aspettarci di vedere un vincitore di origine asiatica o extraeuropea? Tutto può essere, visto che lo spazio alla musica sarà aperto a tutte le contaminazioni. Un tema, nello scenario sociale e politico presente di ius soli e migranti, quanto mai attuale. Perché in fondo è pur sempre televisione, baby, che vive sulla realtà. Trasformandola in reality, a volte lanciando Artisti verso il successo, a volte creando zombie nei deliri da gossip.

Avete già il telecomando in mano?

Il cast di #XF11 è pronto per la conferenza stampa!

Pubblicato da X Factor Italia su Mercoledì 13 settembre 2017

Commento su FMD