Home Musica e Diritto SIAE: Nessuna infrazione per l’Italia per recepimento direttiva Barnier

SIAE: Nessuna infrazione per l’Italia per recepimento direttiva Barnier

Siae: L'Unione Europea non ha avviato nessuna procedura d’infrazione per il recepimento in Italia della direttiva Barnier.

17
0
SHARE
siae
Voto Utenti
[Total: 1 Average: 4]

di Corrado Salemi

Per la Siae e il Diritto D’aurore, una notizia interessante:

L’Unione Europea non ha avviato nessuna procedura d’infrazione per il recepimento in Italia della direttiva Barnier.

A comunicarlo il MIBACT attraverso una nota ufficiale nel quale ribadisce ancora una volta la piena legittimità del proprio operato.

La comunicazione nasce all’indomani dell’incontro a Venezia tra la Commissaria europea per l’economia digitale Mariya Gabriel e il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, con il Sottosegretario di Stato alle politiche UE Sandro Gozi. Al centro dell’incontro i temi del Diritto d’autore e del Collecting.

siae

Ampia apertura, ad ogni modo, da parte del MIBACT affinché il Parlamento lavori alla presentazione di una norma che permetta ad altri organismi di gestione collettiva di operare in Italia, purché in linea con i requisiti previsti dal D. Lgs. 15/03/2017 n. 35:

  • essere senza scopo di lucro e/o controllate dai propri associati (autori ed editori);
  • non operare discriminazione nei confronti dei titolari di diritti, sia gestiti direttamente che attraverso accordi di rappresentanza;
  • pubblicare bilancio d’esercizio, relazione di trasparenza, condizioni di adesione e tariffe;
  • essere in grado di concedere licenze multi-territoriali, ovvero strumento di one stop shop di offerta legale di contenuti.

 

Commento su FMD