Home Musica Caparezza esce con il nuovo album “Prisoner 709”, fuori il 15 Settembre

Caparezza esce con il nuovo album “Prisoner 709”, fuori il 15 Settembre

Caparezza torna con un nuovo attesissimo album di inediti. L'artista pugliese esce con il nuovo lavoro dal titolo "Prisoner 709", fuori il 15 Settembre.

138
0
SHARE
Voto Utenti
[Total: 3 Average: 3.3]

di Veronica Ventavoli

Ottime notizie per i fan di Caparezza: sulle sue pagine social, il cantautore pugliese ha infatti annunciato che il nuovo album, dal titolo “Prisoner 709“, uscirà il 15 settembre.

Attualmente l’artista si trova in uno studio di registrazione di Los Angeles assieme a Chris Lord-Alge, che sta missando l’album: “Sto missando il nuovo album che uscirà il 15 di settembre”, spiega il cantautore nel video rilasciato sui social, “e a mixarlo sarà ancora una volta Chris Lord Alge. Sono molto contento di come stanno venendo i primi missaggi e insomma, volevo salutarvi. Ah, il disco si intitola Prisoner 709″.

Il nuovo lavoro di Michele Salvemini – questo il vero nome dell’artista pugliese – esce a ben 3 anni di distanza da “Museica” che, pubblicato il 22 aprile 2014, raggiunse la prima posizione della classifica FIMI degli album più venduti e vinse l’ambitissimo Premio Tenco. “Ogni brano di Museica”, spiegò Caparezza al tempo, “prende spunto da un’opera pittorica che diventa pretesto per sviluppare un concetto”.

caparezza


Comprensibilmente, le aspettative nei confronti di “Prisoner 709” sono altissime
. Poche settimane fa, Caparezza ne ha svelato la tracklist; 16 tracce contenenti svariate collaborazioni eccellenti, come Max Gazzè, John De Leo e i DMC:

PRISONER 709 – tracklist

  1. Prosopagnosia (capitolo: il reato) feat. John De Leo
    2. Prisoner 709 (capitolo: la pena)
    3. La caduta di Atlante (capitolo:  il peso)
    4. Forever Jung (capitolo: lo psicologo) feat. DMC
    5. Confusianesimo (capitolo: il conforto)
    6. Il testo che avrei voluto scrivere (capitolo: la lettera)
    7. Una chiave (capitolo: il colloquio)
    8. Ti fa stare bene (capitolo: l’ora d’aria)
    9. Migliora la tua memoria con un click (capitolo: il flashback) feat. Max Gazzé
    10. Larsen (capitolo: la tortura)
    11. Sogno di potere (capitolo: la rivolta)
    12. L’uomo che premette (capitolo: la guardia)
    13. Minimoog (capitolo: l’infermeria) feat. John De Leo
    14. L’infinto (capitolo: la finestra)
    15. Autoipnotica (capitolo: l’evasione)
    16. Prosopagno sia! (capitolo: la latitanza)

È possibile preordinare il cd di “Prisoner 709” su questo link; chi preferisce l’“escape edition” (cd + vinile) può invece attuare qui il pre order.

Caparezza

Ricordiamo inoltre che sono state rese note sia le date dell’Instore Tour, che prende il via il 15 settembre alla Feltrinelli di Milano (ore 18.00), sia quelle del vero e proprio Live 2017/1018 nei principali palazzetti del Paese: si comincia il 17/11 al PalaPrometeo Estra di Ancona, passando fra gli altri per il Mandela Forum di Firenze (24/11) e il Palalottomatica di Roma (29/11), per concludere col Pala Alpitour di Torino il 7 dicembre. Tutti gli aggiornamenti sul sito ufficiale di Caparezza.

 

SHARE
Previous articleQueen: Rami Malek è Freddie Mercury nel film “Bohemian Rhapsody” in uscita il 2018
Next articleELISA E IL NUOVO SINGOLO INEDITO “OGNI ISTANTE”- PRONTI PER “TOGETHER HERE WE ARE” ALL’ARENA
Veronica Ventavoli

Pistoiese di nascita, prima di laurearmi in Storia medievale all’Università di Siena e poi in Storia contemporanea a La Sapienza di Roma, ho lavorato per oltre dieci anni come cantante solista e in vari gruppi di cover toscani. In tale veste, vincendo quella che al tempo si chiamava Accademia della Canzone di Sanremo, ho avuto l’opportunità di partecipare all’omonimo Festival del 2005 classificandomi al terzo posto nella categoria Giovani. I primi ricordi nitidi che ho mi vedono impegnata a inventare e disegnare cartoni che non si sono mai animati, a imitare nei cortili parenti e personaggi famosi, a consumare i tanti 45 e 33 giri ricevuti in regalo da zii, cugini, vicini di casa: fra le sigle di Fantastico e il prog italiano degli anni Settanta, tra Pupo e i Beatles, anche se priva di fratelli e sorelle non mi sono mai sentita sola! Gli amici mi chiamano “scimmietta” perché sono tuttora curiosissima di conoscere canzoni, libri e film. Sono – da sempre, mi pare – devotamente innamorata di gatti, pastasciutte, David Bowie, Anna Marchesini e “Cipì” di Mario Lodi.

Commento su FMD