Home Musica Concorso per giovani autori “L’AUTORE – Il mestiere della musica”: A Settembre...

Concorso per giovani autori “L’AUTORE – Il mestiere della musica”: A Settembre i nomi dei 16 semifinalisti

Concorso "L’AUTORE – Il mestiere della musica" promosso da Edizioni Curci, Officina della Musica e delle Parole in collaborazione con Art&Musica&Musica.

56
0
SHARE
concorso
Voto Autore
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 4]

di Athos Enrile

Il 31 Luglio si sono chiusi i termini per potersi iscrivere al concorso “L’AUTORE – Il mestiere della musica“. Tra il 10 e il 15 settembre saranno rivelati i nomi dei 16 semifinalisti.

Di cosa si tratta?

In cosa si differenzia dagli altri, più o meno pubblicizzati e conosciuti?

L’AUTORE – Il mestiere della musica” è un concorso per giovani autori promosso da Edizioni Curci e Officina della Musica e delle Parole in collaborazione con Art&Musica.

L’obiettivo è quello di ricercare nuovi autori del panorama musicale italiano, dando rilievo ai creatori di testi e/o compositori di musica.

La partecipazione al concorso musicale è gratuita

Il primo classificato vincerà un contratto editoriale con Edizioni Curci per un anno, del valore complessivo di € 4000, con l’opportunità di lavorare al fianco di grandi autori.

Per i dettagli visitare il SITO di riferimento.

concorso
Clicca sull’immagine per andare sul SITO

Il concorso musicale si terrà a Milano nelle giornate 9 – 10 – 11 ottobre 2017.

Il concorso per autori e compositori è indirizzato ai soggetti con età compresa tra 18 e i 40 anni, in possesso di tutti i diritti civili ed esenti da contratti editoriali in essere, contratti discografici e/o di management artistico con vincoli editoriali.

I candidati al concorso musicale potranno presentare brani che siano inediti, siano scritti al massimo da due autori o compositori, siano scritti e/o cantati in lingua italiana o in una lingua dialettale parlata sul territorio nazionale (si accettano brani in lingua straniera solo se il partecipante non è di madrelingua italiana), abbiano una durata massima di 3 minuti e 40 secondi.

Sono inoltre esclusi i brani solo strumentali o testi senza musica e le cover.

La selezione dei brani di autori e compositori prevede le seguenti fasi di selezione:

Fase di ascolto

I brani vengono ascoltati da una commissione musicale, composta di esperti appartenenti ai tre enti promotori del progetto, che sceglierà i 16 autori e/o compositori partecipanti alla fase semifinale.

Audizioni

Nei giorni 9 e 10 ottobre 2017 si terranno le audizioni presso lo Spazio Teatro Tertulliano a Milano, durante le quali gli autori e/o compositori dovranno interpretare dal vivo i propri brani.

I giovani potranno accompagnarsi con una base, una chitarra, un pianoforte, una tastiera, forniti dall’organizzazione. Non sono ammesse esibizioni in full playback o con traccia di voce.

Dalle audizioni saranno selezionati gli 8 finalisti.

Fase finale

Nel giorno 11 ottobre 2017 gli 8 finalisti ripeteranno l’esibizione dal vivo effettuata nella semifinale. Al termine sarà decretato il vincitore del concorso musicale.

La giuria qualificata:

Alfredo Gramitto Ricci-CEO  & Managing Director Edizioni Curci
Claudia Mescoli-General Manager Edizioni Curci
Albero Salerno-Officina delle Musica e delle Parole
Andrea Zuppini-Art&Musica
Bungaro-Autore e Cantautore
Niccolò Agliardi-Autore e Cantautore
Luca Chiaravalli-Autore e Produttore
Dario Giovannini-Managing Director Carosello Records

concorso

Dice Alberto Salerno, uno dei propositori dell’iniziativa:

Con l’associazione no profit Officina della Musica e delle Parole, che ho fondato qualche anno fa, ho messo insieme un gruppo di otto amici del settore: ogni mese facciamo delle sezioni gratuite di songwriting riservati a giovani autori e musicisti. Dal riscontro ricevuto durante questi incontri ho pensato che sarebbe stato giusto cercare di dare la possibilità a chi se lo merita realizzando un concorso. La Curci ha dato la disponibilità a collaborare.

Oggi tutti tendono a fare tutto. Molti cantanti sono autori delle proprie canzoni. Una volta il ruolo del paroliere – cioè il mio mestiere – era ben delineato. A un grande interprete non veniva in mente di mettersi a scrivere testi. Poteva capitare in maniera occasionale, ma per il resto gli artisti si affidavano agli autori. Io mi auguro che torni a prendere piede la figura dell’autore professionista”.

Un’operazione che sa di passione, di sguardo rivolto al futuro, di attenzione per il mondo dei giovani, di buoni intenti pensando esclusivamente all’evoluzione della musica: come ignorare una simile iniziativa!

Commento su FMD