Home Musica Recensioni Concerti Coldplay a San Siro: una esperienza speciale che tutti dovrebbero provare –...

Coldplay a San Siro: una esperienza speciale che tutti dovrebbero provare – RECENSIONE

Coldplay, seconda tappa a San Siro, Milano: Un' esperienza che tutti dovrebbero provare

149
0
SHARE
coldplay
Crediti Video Benedetta Di Fiore, in esclusiva per #FareMusic

di Benedetta Di Fiore

I Coldplay sono uno dei migliori gruppi in circolazione e con la performance di ieri sera nella loro seconda serata a San Siro a Milano non hanno fatto altro che darne prova (qui la recensione della prima serata).

Un punto di forza sono stati gli effetti scenici. Infatti è stata un’emozione unica osservare l’intero Stadio San Siro prendere vita attraverso i braccialetti elettronici, distribuiti a tutto il pubblico, che si illuminavano durante le varie canzoni. Le migliaia di lucine, i coriandoli, i fuochi d’artificio, i mille colori hanno reso il concerto speciale e appassionante.

Oltre ciò, Chris Martin e gli altri componenti della band hanno creato una magia assoluta con la loro bravura e la loro semplicità. Di fatto, penso proprio che “semplicità” sia la parola giusta per descrivere i Coldplay visto che non hanno bisogno di coreografie preparate per intrattenere, ma solo amore per la loro professione e amore per i propri fan, cosa che è stata evidente ieri sera quando Chris Martin ha ringraziato il pubblico dicendo che è stato grazie a loro se sono arrivati dove sono oggi.

coldplay
Crediti Video Benedetta Di Fiore, in esclusiva per #FareMusic

Un momento molto apprezzato durante il concerto è stato durante la canzone Charlie Brown: il frontman ha chiesto a tutta la platea di non usare cellulari, ma di godere il momento dal vivo ballando tutti insieme. E sono anche queste cose che rendono speciali i Coldplay: divulgare amore e empatia, pace e gentilezza.

Un altro bel momento è stato mentre durante la perfomance della famosa canzone degli Oasis, Don’t Look Back In Anger, che è ormai diventata simbolo della strage di Manchester, canzone che è stata cantata anche durante il concerto di One Love Manchester (organizzato da Ariana Grande). Questa canzone esorta a non aver paura, a smettere di guardarsi indietro, di continuare a vivere, anche quando tutto sembra nero… che poi è il messaggio che gli stessi Coldplay vogliono esprimere attraverso la loro musica: andare avanti e non arrendersi mai, oltre che amarsi l’un l’altro e smettere di diffondere odio.

coldplay
Crediti Video Benedetta Di Fiore, in esclusiva per #FareMusic

Apprezzabile anche la scelta di far salire sul palco i figli di Chris Martin per cantare insieme a lui Up&Up. È stato un modo per rappresentare al meglio il tema della canzone: l’umanità ha una possibilità nel diventare migliore e quella possibilità sono i bambini.

Altri due momenti cruciali sono stati il video di Muhammad Alì del 1977 in cui afferma che il mondo ha bisogno di qualcuno che porti pace, e il discorso di Charlie Chaplin del “Il grande dittatore” come speech intro di A Head Full Of Dreams, in cui esorta l’umanità ad amare, a rendere il mondo un posto migliore.

Ovviamente non sono mancati momenti di divertimento assoluto, duranti i quali si è ballato per tutto il tempo.

Alla fine si può solo dire che un concerto dei Colplay è senza alcun dubbio un’emozione che tocca il cuore, un’esperienza speciale che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella propria vita, sia dal punto di vista umano che musicale.

Coldplay – San Siro, Milano – Luglio 2017

#Coldplay: Concerto dei Coldplay a Stadio San Siro, Milano.Crediti Video Benedetta Di Fiore, in esclusiva per #FareMusicLive Nation Italia

Pubblicato da FareMusic di FMD – Fare Musica&Dintorni su Mercoledì 5 luglio 2017

Commento su FMD