Home News Flash Paolo Limiti è morto! Addio ad un uomo di cultura e spettacolo

Paolo Limiti è morto! Addio ad un uomo di cultura e spettacolo

E' morto Paolo Limiti, l'autore de "La voce del Silenzio". Aveva 77 anni.

773
0
SHARE
paolo limiti
Voto Utenti
[Total: 17 Average: 2.9]

di Annamaria Tortora

Paolo Limiti, un uomo che “limiti” nella sua vita non ne ha mai avuti, si spegne oggi nella sua casa milanese dopo un anno di lotte contro il cancro. Uomo di cultura e spettacolo che ha riempito i palinsesti, i teatri e i palcoscenici di tutte le sue passioni.

Penna indimenticabile di alcuni dei testi più belli di Mina, come  “Viva lei”, “Bugiardo e incosciente”, “La voce del silenzio”, “Secumdì secumdà”.

paolo limiti

Apprezzato da tutti gli artisti degli anni ’50 e l’ultimo a intervistare Nilla Pizzi in tv. E anche se il rapporto con Mina, importante come quello con Mike Bongiorno, si interruppe, tre anni fa la cantante postò su Internet il testo di “Questa canzone”, brano scritto da Limiti.

Scrisse nel 1970 alcuni testi della commedia musicale L’ora della fantasia, adattata da Maurizio Costanzo e interpretata da Pippo Baudo e Sandra Mondaini e successivamente iniziarono le collaborazioni con numerosi cantanti italiani e stranieri tra cui, Jula de Palma, Ornella Vanoni, Dionne Warwick, Donovan, Peppino Di Capri, Loretta Goggi, Fred Bongusto, Iva Zanicchi, Demis Roussos, Mia Martini, Al Bano e Romina Power, Giovanna, Alma Manera.

paolo limiti

È autore della commedia musicale Biondissimamente tua, ispirata alla vita di Wanda Osiris e, nel 1976, torna alla radio con le trasmissioni curate per la Arnoldo Mondadori Editore in qualità di autore e regista assieme a Patty Pravo, Ornella Vanoni, Adriano Celentano, i Nuovi Angeli e molti altri.

Oggi vogliamo salutarlo con un pezzo di poesia:

ti accorgi che il silenzio
ha il volto delle cose che hai perduto
ed io ti sento amore,
ti sento nel mio cuore
stai riprendendo il posto che
tu non avevi perso mai…

Buon viaggio Paolo, nel cuore del tuo pubblico vivrai per sempre.

SHARE
Previous articleSUL MONOPOLIO E LE CONSEGUENTI POLEMICHE
Next articlePaolo Limiti… il ricordo di un amico
Annamaria Tortora

Annamaria Tortora nasce a San Severo (FG) il 4 luglio 1988 da padre artigiano e madre casalinga.
All’età di 13 anni, incoraggiata da papà Lello incomincia il suo percorso musicale scegliendo come suo strumento, la chitarra classica. Da qui in avanti la sua passione diventa un vero e proprio percorso di vita tanto che comincia a dedicarsi alla stesura di testi aspirando così al cantautorato.
Nel 2005 partecipa alle selezioni per la 48esima edizione del Festival di Castrocaro Terme e nello stesso anno intraprende gli studi canori presso la “Labomusica” di Modena, scuola di canto fondata da Carlo Ansaloni in collaborazione con Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar e Leone Magiera, maestro storico del grande tenore Luciano Pavarotti.
Partecipa nel 2010 ad uno stage di scrittura creativa con il celeberrimo autore “Bungaro” e nel giugno del medesimo anno è finalista del Premio Musical-letterario “Lunezia” con la canzone “Il sognatore sulla luna”. Nel 2012 ha partecipato con lo stesso brano anche a Sanremo Social e pubblica con la casa editrice Anam Edizioni l’omonimo libro con il disco inedito in abbinamento editoriale. Ad oggi il suo percorso artistico è in continua evoluzione: organizza concerti, serate di musica dal vivo e continua a scrivere canzoni per sé e per gli altri.
Sgomitando tra gli emergenti, sogna di diventare critico musicale o di lavorare nell’industria discografica e così parallelamente alla sua passione per la musica porta a termine i suoi studi universitari e nel dicembre 2015 consegue il titolo di dottore magistrale in Marketing, Comunicazione d’Impresa e Nuovi Media presso l’università LUMSA di Roma.
Attualmente e consulente e ufficio stampa in Edelman Italia, ed è responsabile marketing e comunicazione dell’associazione di clownterapia “Teniamoci per Mano Onlus”.

Commento su FMD