Home Musica STEFANO ZONCA E LA SUA FOLLE PASSIONE PER IL ROCK

STEFANO ZONCA E LA SUA FOLLE PASSIONE PER IL ROCK

198
0
SHARE

Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

di Mela Giannini

Di solito cerco di non scrivere su cose che producono i miei amici, perchè, in ogni caso, nel bene o nel male, rischi di non essere obiettiva.

Sono mesi che il mio amico Stefano Zonca, ad un anno da “Dimmi che”,  è uscito con il nuovo singolo “Assieme alla luna”, seguito poi da un altro inedito, “Inutili“, brano che è addirittura arrivato in finale al Trofeo Roxy Bar di Red Ronnie.

Fino alla fine ho cercato di non esprimermi sul suo lavoro, anche se tentata… ma lui sa che l’ho osservato e seguito da lontano, con occhio attento e orecchie ben tese.

stefano zonca
Stefano Zonca Assieme Alla Luna Official Video

Quello che di Stefano mi piace di più è la sua testarda determinazione, la sua sconfinata forza che lo porta ad andare avanti sempre e comunque, e malgrado tutto. Il termine “malgrado” lo uso perchè trattasi di un artista indipendente, che si è rimboccato le maniche e che ha investito tutto su quello in cui crede, sia emotivamente, che economicamente che in termini di tempo.

E in cosa crede Stefano? Innanzi tutto la sua Fede si chiama “Rock”. Per lui è un fuoco, una passione incontenibile, una voglia di riscatto, un urlo troppo a lungo trattenuto, il modo per sputare sentimenti ed emozioni senza la quale imploderebbero dentro di lui… perchè a volte, anzi, spesse volte, la musica è il miglior modo con cui comunicare cose che altrimenti non troverebbero “linguaggio” idoneo per essere spiegate.

La passione per il Rock di Stefano è la prima cosa che ti arriva ascoltando i suoi brani. La senti, è lì, è sincera, pura fino ad essere quasi ingenua, e questa cosa mi emoziona, perhè capisci, in ogni nota e in ogni parola del testo, quanta fatica e sacrifici ci sono dietro.

stefano zonca

E lui così racconta della notte nel singolo “Assieme alla luna“, prendendo a prestito, appunto, la luna, dei ricordi, alcune intime riflessioni e tanta grinta che sgorga dalle chitarre elettriche.
Ascoltando la sua musica intuisci subito i suoi punti di riferimento musicali, che passano attraverso il Liga, fino a lambire il sound di gruppi come i Negrita, per poi planare inevitabilmente sul “Re”, Vasco.

Il mondo di Zonca è lì, nasce da lì e da esso si nutre… e non c’è spazio per altro in questo suo percorso artistico, lui ha le idee chiare, lui sa dove vuole andare, e oggi come oggi è una grande virtù tra gli artisti emergenti che, nel corso della loro gavetta, cercano di trovare una propria identità musicale lungo la strada.

Stefano non ha dubbi e lo fa capire benissimo in “Assieme alla luna”, ma ancor più nell’altro singolo, ancora più Rock, ancora più “tosto”, e parlo di “Inutili“, canzone che forse preferisco di più, senza nulla togliere all’altra canzone che ha dalla sua più freschezza, più sonorità attuali, più orecchiabilità.

Inutili“, invece, è un’incalzante “rabbia” che ti tiene incollata a parole prigioniere della sezione ritmica che fa da legante tra testo, arrangiamenti e interpretazione, fino a quando le chitarre fanno esplodere il pezzo.

E lui canta dell’inutilità di un rapporto quando vano è stato tutto quanto fatto per tenerlo in piedi. Forti i momenti lirici che mi hanno toccata: “… ma io sono un contrasto, un errore voluto” e basta questa frase per far capire l’incomunicabilità che può nascere tra due anime forti che si scontrano quando si incontrano, ma che poi finiscono per essere inevitabilmente agli antipodi.

E poi: “Lascia che io cada nel vuoto del tempo, lascia che un ricordo sia solo un ricordo, lascia che il mio corpo si schianti sul fondo […] Inutili i tuoi sforzi per portarmi dentro…
Beh, penso che la storia di cui canta sia ben definita tra queste riga, parole che rivendicano le proprie scelte, nonostante quello che si è costretti a perdere per loro; quelle sue (di Stefano) parole disegnano perfettamente il suo essere difronte al quale i compromessi, che tentano di cambiarlo, non sono bene accetti.

Bravo Stefano. Posso dire di cuore e in tutta onestà di essere fiera di te. Continua così, continua con la tua caparbietà, perchè solo chi non molla e persevera ha la possibilità di conoscere, alla fine, qual’è la risposta … se, per quella tua passione, sarebbe stato meglio un rimorso o un rimpianto.

 

Commento su FMD