Home Rubriche Rubrica Televisione X Factor 2017: i possibili nomi dei nuovi giudici sono da bomba,...

X Factor 2017: i possibili nomi dei nuovi giudici sono da bomba, dalla Maionchi a Levante fino a Tommaso Paradiso

267
0
SHARE
x factor
Nella foto Luca Tommassini e Nils Hartmann (direttore delle produzioni originali di Sky Italia)
Voto Utenti
[Total: 14 Average: 2.4]

di Mela Giannini

Sono già iniziati i casting della nuova edizione di X Factor, il Talent musicale di Simon Cowell che in Italia va in onda su Sky.

Quest’anno ci sono delle importanti novità in merito al format, e alcune di queste sono “certe” e altre sono “supposizioni”, soprattutto per quanto riguarda il “Toto Giudici” che ogni anno si scatena in rete … e non solo.

La prima certezza, che novità non lo è certamente (ma certe “cose” è meglio non cambiarle mai), è che quest’anno ci sarà ancora il magico e prezioso apporto artistico di Luca Tommassini.

X Factor
Luca Tommassini

Comunque, la vera novità “certa” è che, come già detto in questi giorni, non sarà più il gruppo Espresso, con la sua consociata Radio DeeJay, ad essere media partner del programma.
Note sono le polemiche sollevate da Linus in questi giorni su XFactor, e altrettanto note e legittime sono state le risposte date dalla produzione del talent e dai dirigenti Sky Italia e da Hartmann in persona (di cui abbiamo parlato in un precedente esaustivo articolo) a quest’ultimo.
Al posto di Linus e della sua Radio è stato scelto padron Suraci con la sua RTL 102.5, partner radiofonico che passa da Amici di Mediaset – in quanto sostituita, a sua volta, dalla radio “consociata” Mediaset, Radio 105 – a XFactor di Sky.

E il giro di valzer è così servito, perchè bisogna tener conto che un media partner porta con sé tutto il mondo satellite che ruota attorno a sé, ed intorno a Suraci gira di tutto e di più.

Per cui, anche la scelta di alcuni giudici potrebbe essere fatta in onor di questa nuova “alleanza”. Ed ecco perchè uno dei possibili nomi di giudici, che girano tra i corridoi in questi giorni, è quello di Stash dei The Kolors, che dopo i Modà sono la punta di diamante del mondo discografico Suraci.

x factor
Levante

Di certo c’è anche che quest’anno, dietro il “bancone giudicante” ci sarà ancora il buon Fedez, una “certezza – potenza” social mediatica per il talent.

Probabilmente non ci saranno più Arisa e il soporifero Alvaro Soler, ma al loro posto si fanno nomi che non ti aspetteresti mai, tipo Levante e Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti, insomma la “rappresentanza” della nuova e giovane musica italiana un po’ più “ricercata”.

Probabilmente Agnelli non farà parte dei quattro moschettieri, perchè di credibilità artistica, per uno che viene dall’indie più profondo e apparentemente più “puro”, a detta di molti, non può permettersi di perderne ancora dopo l’esperienza dell’anno scorso.

x factor
Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti

Ma in tutto questo coacervo di nomi, di novità, di giovani, di proiezione verso il contemporaneo che strizza l’occhio al versante artistico più cool dell’attuale musica italiana, mancherebbe un elemento aggregante, qualcuno con “esperienza & saggezza”.

E allora a bomba, in questi giorni, è spuntato il nome del possibile quarto giudice, forse (anzi senza forse) il più importante, che di musica ne capisce eccome (ha contribuito a scrivere la storia della musica italiana del XX secolo), che di esperienza ne ha, eccome, che di gente della musica, oggi super famosa, ne ha scoperta una marea, che di talent ne ha macinati tanti, e che soprattutto di intuito ne ha da vendere come anche di seguito televisivo .

Di chi parliamo? Se fosse confermato, dalle sedi competenti, il nome di cui parliamo sarebbe sicuramente un gran bel colpo per la produzione X Factor, certamente un tocca sana… un modo di ridare brio, credibilità e voglia di sintonizzarsi sui canali Sky quando Cattelan dirà “Buona sera a tutti e ben ritrovati alla nuova edizione di X Factor Italia“.

x factor

Beh, quel nome potrebbe essere, niente di meno che, quello di Mara Maionchi, che andrebbe a far ripartire l’interesse verso questo format, in verità un po’ consunto (come tutti i talent del resto), con la stessa energia e forza con cui l’ha fatto partire quando ancora XFactor era ad appannaggio della RAI.
E se son rose fioriranno e se son Mare… “per me è SI”!

Commento su FMD