Home Angolo FANS ALESSANDRA AMOROSO di Family Amorosina Tutti i Colori di un traguardo in Arena – Alessandra Amoroso, Arena...

Tutti i Colori di un traguardo in Arena – Alessandra Amoroso, Arena di Verona, 29 Aprile 2017

621
0
SHARE
alessandra amoroso
Voto Autore
Si è concluso il Vivere A Colori in Arena, con cui si chiude il fortunatissimo Vivere A Colori Tour, con il quale, a sua volta, si è promozionato l’altrettanto fortunato album Vivere A Colori uscito ad inizio 2016. E parliamo ovviamente di Alessandra Amoroso. Ma ad un certo punto usare la parola “fortuna” diventa riduttivo, perchè certi traguardi non si raggiungono solo con la fortuna, perchè la “fortuna” è una bolla di sapone che, prima o poi, scoppia e svanisce se alla fine non c’è del “concreto e tangibile” che arriva dove deve arrivare, e in questo caso arrivare ai cuori della gente.

E diamo un po’ di numeri, tanto per capire di cosa parliamo: 9 anni di carriera, 6 album e 23 singoli e 1.600.000 copie di dischi venduti, tantissimi dischi d’oro e platino vinti e tutti i tour pieni e colmi di gente, e parlo di quei tour con tante date in cui chi li produce non deve regalare biglietti per riempire gli spazi.

alessandra amoroso

Per cui, tornando ai nostri giorni, due sold out (REALI… l’Arena non aveva nessun posto vuoto) in due giorni consecutivi, 28 e 29 Aprile 2017, all’Arena di Verona, a distanza quasi di un anno e mezzo dall’uscita dell’ultimo album, non sono cose che in molti, tra gli artisti di questa generazione (e parlo di quelli dell’era dei Talent… di quei pochi con vero talento), riescono a fare.

Riempire una Arena del genere è il sogno di tutti… ma l’Arena non si riempie con la sola fortuna o la solita dietrologia che parla di “conoscenze e aiuti importanti” (discorsi che dopo quasi 10 anni non solo si smentiscono da soli con i fatti “reali” e con i numeri, ma hanno anche un tantino rotto il c****), e nemmeno con il solo talento. E qui, per far ben capire il concetto che cerco di esporre, prendo a prestito una saggia citazione di Mara Maionchi: “Il lavoro duro batte il talento se il talento non lavora duro“, e Alessandra di lavoro duro, in silenzio e senza tante polemiche (anzi nessuna), ne ha fatto eccome, è innegabile… e i suoi traguardi li ha raggiunti con l’impegno e l’abnegazione, senza partecipazioni a gare Sanremesi e senza zompettare da un cast all’altro di coach, o giudici, dei talent in circolazione, o programmi televisivi vari, benchè proposte in merito ne abbia ricevute, e anche tante.
Lei ha scelto la musica, ha scelto “cantare”, ha scelto di fare i live… ha scelto di voler diventare un’artista seria… e vera.

alessandra amoroso

La stessa artista, in una intervista a Vanity Fair ha dichiarato: “Ho lavorato tantissimo per arrivare qui, all’Arena, ho rinunciato a un bel pezzo di mia vita privata, ho investito molto tempo. E anche lacrime. Quando sono riuscita finalmente a fare tutte le coreografie senza guardare più nello specchio della sala prove, sono scoppiata a piangere. Gli altri ballerini si sono preoccupati, ma per me è stata come una liberazione. Vedere che ci ero riuscita è stata una grande emozione

E poi, su certe cime, che possono improvvisamente diventare terribili precipizi, non è da tutti saper essere lucidi e dare un saggio valore all’umiltà, gemella stretta della “realtà”, anche se ci sarebbero i “numeri” per poterselo permettere, perchè non tutti quelli che arrivano ad un successo tale possono, o vogliono, o addirittura riescono a saper dire, con la convinzione e la consapevolezza di quello che si dice, cose come: “Si può volare anche tenendo i piedi per terra” (cit. Sandrina)

Direttrice di FareMusic – faremusic.it
Mela Giannini

Quello che segue è il report della seconda serata all’Arena, fatto da Samuele Graziano per #FareMusic

alessandra amoroso

REPORT -VIVERE A COLORI IN ARENA -29 APRILE 2017

Il 29 Aprile si è concluso il Vivere A Colori in Arena e la regina Alessandra Amoroso è riuscita ad entrare nel cuore della gente, registrando così il doppio SOLD OUT.

Un appuntamento, un momento di condivisione con la sua Big Family. Sin dal pomeriggio la cantante salentina ha aspettato i fan sul palco, accogliendoli con tanta emozione.

È proprio questo che si evince nelle sue canzoni, IMMOBILE in particolare, “è la nostra canzone” dice la cantante. Nella scaletta proposta, ha fatto spazio anche ad un unplugged di alcune canzoni del suo repertorio.

alessandra amoroso

Inoltre i brani sono stati accompagnati da coreografie (di Veronica Peparini), da ballerini e dalla stessa cantante che ha anche ballato, cambiandosi d’abito almeno tre volte (vestiti firmati dalla stilista Elisabetta Franchi) rendendo il tutto un vero e proprio Show dall’aspetto e sapore internazionale.

Il tutto è stato ripreso da telecamere, cosa che fa supporre che il concerto verrà trasmesso in televisione, oppure diventerà un DVD, e magari farà parte di quel “qualcosa di speciale” a cui sta pensando l’artista per l’anno prossimo, per festeggiare i 10 anni di carriera.

Ma non è mancata, ovviamente, la commozione di Alessandra (e come potrebbe vista la sensibilità di Sandrina?!) nel vedere i suoi fan, la sua Big Family, cantare tutte le sue canzoni a squarciagola.

alessandra amoroso

A vederla e a sostenerla, oltre ai suoi fan, c’era anche la sua famiglia e la sua nipotina Andrea, cantandole Tanti Auguri in occasione del suo primo compleanno.

Le protagoniste delle due serate sono state anche le sorprese che hanno realizzato i fan per la cantante Salentina, dei palloni ad elio con i led che hanno dato un tocco magico all’Arena.

Alessandra ha ringraziato tutti, non voleva lasciare il palco, l’unica cosa che la rendeva felice, fare felice la sua big family, regalandole altri minuti della sua presenza, ballando e cantando insieme a loro, tra di loro… insieme sempre.

alessandra amoroso

Scaletta del concerto:

–  Stupendo fino a qui
– Estranei a partire da ieri
– Senza nuvole
– Stupida
– L’unica cosa da fare
– Fuoco d’artificio
– La vita in un anno
– Amore puro
– Non devi perdermi
– Ti aspetto
– Fidati ancora di me
– Me siento sola
– Appartenente
– Difendimi per sempre
– Immobile
– Nel tuo disordine
– E’ vero che vuoi restare
 – Sul ciglio senza far rumore
– Avrò cura di tutto
– Bellezza incanto e nostalgia
– Se il mondo ha il nostro volto
– Vivere a colori
– Il mio stato di felicità
– Comunque andare

In acustico
– La mia storia con te 
– Urlo e non mi senti  
– Stella Incantevole  
– Segreto

Commento su FMD