Home Le pillole di A. Salerno Un piccolo ricordo di Fausto Mesolella

Un piccolo ricordo di Fausto Mesolella

E' morto improvvisamente il grande Fausto Mesolella

173
0
SHARE
fausto
Voto Utenti
[Total: 2 Average: 5]

Di Alberto Salerno

La notizia mi è arrivata come un pugno nello stomaco, vedendo un post di una carissima amica, Giulia Fasolino: la morte improvvisa di Fausto Mesolella, capitata in una mite giornata di marzo, con la primavera ormai pronta ad aprire le sue porte.

Però, proprio questa primavera si è portata via un musicista di prim’ordine, un fuoriclasse della chitarra, un uomo sensibile e intelligente, generoso… e un esempio della sua generosità è il tempo donato, come direttore artistico, alla manifestazione “Premio Bianca d’Aponte”.

Come posso dimenticare quando, due anni fa, proprio al Teatro Cimarosa di Aversa, mi dedicò “Io vagabondo“? Io ero seduto in platea e lui mi invitò ad alzarmi in piedi per salutare il pubblico, facendo così notare la mia presenza; e lui sorrideva guardandomi dal palco, perchè conosceva bene il mio essere schivo.

Mesolella se n’è andato, in silenzio, da gran signore qual era.

E ancora increduli e incapaci di pensare quanto Fausto mancherà a tutti, sia io che Mara ci uniamo al dolore della famiglia… e a tutta la musica italiana che oggi perde un grande, vero ARTISTA.

Commento su FMD