Home Cult Music Chuck Berry, l’inventore del rock’n’roll, è morto – Il mondo della musica...

Chuck Berry, l’inventore del rock’n’roll, è morto – Il mondo della musica perde una pietra miliare

Chuck Berry, il padre del rock and roll è morto; aveva 90 anni.

237
0
SHARE
Crediti del FotoMontaggio Immagini: FareMusic - FMD Copyright ©

Voto Utenti
[Total: 3 Average: 4.7]

di Mela Giannini

E’ morto Chuck Berry. L’artista aveva 90 anni e la morte è stata comunicata dalla polizia di St. Charles County, in Missouri, che ha aggiunto di essere intervenuta a seguito una chiamata di emergenza nel pomeriggio di ieri 18 Marzo, e di aver trovato l’artista incosciente, e che nonostante siano intervenuti praticando una rianimazione cardiopolmonare, Chuck non ce l’abbia fatta ed è deceduto.

Berry è stato un grande musicista che con la sua memorabile chitarra ha dato vita, negli anni ’50, ad un nuovo genere musicale, il rock’n’roll… lui, geniale chitarrista, che con il suo stile inconfondibile di suonare il suo strumento, influenzò intere generazioni di musicisti. Sicuramente, il modo tutto suo di approcciarsi alla chitarra meriterebbe oggi di diventare un “mezzo” didattico per chi aspira a diventare un chitarrista.

Universalmente considerato il padre e re del rock and roll – lui sapeva benissimo di esserlo e lui stesso si considerava tale-, fu anche denominato “Crazy legs”, e questo per il suo mitico e indimenticabile modo di ballare, muovendo le gambe, mentre suonava la chitarra.

Chuck

Negli anni ’50, Chuck, insieme ad altri grandi artisti come Little Richard, Elvis Presley e Jerry Lee Lewis, contribuì ad una sorta di “rivoluzione” musicale e culturale, cambiando inesorabilmente e radicalmente la musica popolare. E’ cosa acclarata che senza pionieri come Berry, oggi sicuramente non avremmo avuto il rock così come lo conosciamo, e non ci sarebbero state le evoluzioni musicali proposte dai Beatles, dai Rolling Stones o dai Beach Boys.

Alcuni dei più grandi successi Chuck Berry sono diventati leggende intramontabili, e su tutti il classico brano, rock’n’roll per eccellenza, “Johnny B Goode”, pietra miliare della musica rock moderna.

Chuck

L’artista ha dedicato ben 70 anni alla musica, plasmando un mix musicale del tutto innovativo per i suoi tempi, una miscela esplosiva fatta di rock & blues, di musica bianca & musica nera. Suonava, componeva e cantava già da bambino, e la sua adolescenza non fu delle più tranquille, visto che fu “ospite” di alcuni penitenziari.

La leggenda vuole che  fu proprio Muddy Waters, allora il padre inarrivabile del blues, a proporlo ad un incredibile discografico di quei tempi, Leonard Chess, che gli permise di pubblicare, nel ’55, il suo primo successo, “Maybellene”. Successivamente furono prodotti, e messi sul mercato, altre hit come “Roll over Beethoven”, “Sweet Little Sixteen”, “Rock’n’roll music”, e come già detto la mitica “Johnny B. Good”.

Per festeggiare il suo 90/mo compleanno, compiuto lo scorso ottobre, l’artista aveva lavorato su un nuovo album di inediti (l’ultimo suo album di inediti risale al 1979), con brani interamente scritti e prodotti da lui stesso.

Chuck
Photo credit PABLO PORCIUNCULA/AFP/Getty Images

Benché ultimamente avesse dichiarato che: “La mia voce è andata, i miei polmoni non funzionano più bene, non ci vedo molto. Ma voglio ancora fare musica“, in realtà
questo sarebbe stato il suo ultimo disco, come aveva promesso alla moglie Themetta, a cui aveva dedicato quest’ultima fatica:
Mia cara, sto invecchiando! Ho lavorato a questo disco per tanto tempo. Ora posso appendere le scarpe al chiodo!

L’uscita di questo disco, che ora diventerà il suo testamento artistico, era prevista per questi mesi e si sarebbe dovuto intitolare semplicemente “Chuck“.

Vorrei chiudere questo articolo con due citazioni di John Lennon su Chuck Berry.
La prima è:
Quando sento del buon rock, del calibro di quello di Chuck Berry, cado praticamente in ginocchio. Nient’altro della vita mi interessa. Il mondo potrebbe finire e non me ne importerebbe“.

E la seconda è la ben più nota frase che sintetizza perfettamente il mito di Chuck Berry:
“Se vuoi provare a dare un altro nome al rock and roll, puoi chiamarlo Chuck Berry”.

chuck
Chuck Berry & John Lennon / Johnny B Good

Commento su FMD