Home Rubriche Rubrica Cinema LA LA LAND: Un musical dedicato ai folli e ai sognatori

LA LA LAND: Un musical dedicato ai folli e ai sognatori

141
0
SHARE
la la
Voto Autore

di Silvia Jovine

Paulo Coelho ha scritto: “Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni”.

“La La Land” è un film che parla dei sogni e del coraggio necessario per realizzarli. Il film si è aggiudicato 14 candidature ai Premi Oscar 2017 (avvicinandosi al record storico di nomination dei film “Eva contro Eva” e “Titanic”), 7 Golden Globe su 7 candidature, il Premio del Pubblico al Toronto International Film Festival e molti altri riconoscimenti internazionali.

Ha dominato l’89esima edizione degli Academy Awards, tenutasi domenica 26 febbraio a Los Angeles, vincendo 6 premi Oscar tra cui: migliore scenografia (di Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco), miglior fotografia (Linus Sandgren), miglior regia (Damien Chazelle), migliore attrice protagonista (Emma Stone) e migliore colonna sonora (Justin Hurwitz), migliore canzone per il brano “City of stars”.

la la
La La Land (2016 Movie) Official Clip – “City Of Stars”

Fino all’ultimo secondo della cerimonia abbiamo avuto l’illusione che si fosse aggiudicato anche il settimo premio oscar come miglior film, ma un colpo di scena ha ribaltato la situazione; per errore è stata annunciata la vittoria di “La La Land” al posto del film “Moonlight”, realmente premiato (leggi nostro articolo).

“La La Land” racconta la storia di due sognatori: Sebastian (Ryan Gosling) pianista jazz che sogna di dirigere un locale tutto suo e Mia (Emma Stone) aspirante attrice.

Ognuno ha la propria storia e il proprio sogno, ma nelle intricate maglie del tempo si insinua un sentimento profondo che imprime un nuovo significato ad ogni loro singola scelta. Tra note indimenticabili, scenografie dai colori cangianti, coreografie e sguardi pieni di parole, la storia d’amore tra i due protagonisti spicca il volo. Allora, anche una banale passeggiata si trasforma, a passi di tip tap, in uno straordinario momento cinematografico. Momento che omaggia i musical di Ginger Roger e Fred Astaire.

la la

Le delusioni, inevitabili nella realtà, portano la coppia ad allontanarsi dal sogno originario, ma il loro legame li sprona a riconsiderare ogni obiettivo e a combattere per realizzarlo.

Non c’è un happy ending; il finale è struggente ma straordinario. Molto più realistico di tanti altri film che trattano storie d’amore.

Mia viene scritturata per una parte in un film che viene girato a Parigi, mentre Sebastian procede nella ricerca di un locale tutto suo dove poter suonare jazz in America.

Giochi di sguardi e melodie incalzanti guidano il percorso dei due sognatori; un viaggio di vita in bilico tra la speranza e la malinconia. L’amore che nutrono l’uno per l’altra li porta a separarsi con la convinzione che nessuna storia d’amore possa durare se soffocata dai rimpianti di sogni mai realizzati.

la la

Dopo cinque anni, i due protagonisti si rincontrano per caso. Mia è diventata un’attrice affermata, è sposata ed ha una figlia, mentre Sebastian è riuscito finalmente ad aprire un locale tutto suo.

Nel finale, la melodia suonata da Sebastian fa sognare loro il futuro che avrebbero potuto costruire insieme. Poi la melodia finisce e i loro sguardi restano allacciati per un momento. Si sorridono da lontano, quasi ringraziandosi di essersi allontanati per amor dei sogni dell’altro.

la la
La La Land – Trailer Italiano Ufficiale

Commento su FMD