Home Angolo di Mara La mia settimana a Sanremo

La mia settimana a Sanremo

692
0
SHARE
Voto Autore

di Mara Maionchi

Domenica mattina, giusto ieri, mi sono svegliata avvertendo l’aria di smobilitazione generale. Si fanno i bagagli e si torna a casa, dopo una settimana che, a dire la verità, mi è sembrata lunga un mese.

Non si sa come mai, qui a Sanremo, durante il Festival, i giorni siano così eterni. Però è stata una settimana ricca di soddisfazioni, allegra e redditizia sul piano umano.

Intanto voglio ringraziare la Birra Ceres che mi ha offerto la possibilità di essere presente al suo Bariston, nonostante io sia astemia. Quando lo hanno saputo mi aspettavo che cambiassero idea, invece la cosa li ha molto divertiti, e hanno confermato la loro volontà di farmi condurre, insieme a Danilo da Fiumicino, le dirette sul web.

Approfitto per ringraziare Giulia Salerno, la sua socia Rossella Falcone che mi hanno assistito dalla mattina alla sera, tanto che per liberarmi di loro dovevo ricorrere a qualche balla. Grazie ragazze, siete state fantastiche. Ringrazio anche tutto lo staff della Ceres, l’agenzia Bcube, il mio compagno di avventura Danilo Contaldo (alias Danilo da Fiumicino) e Matteo Lena, autore e collaboratore prezioso.

Cosa dire del Festival che non sia già stato detto? Il Festival è più o meno sempre lo stesso, la maggior parte delle canzoni non mi hanno entusiasmato, salvo quella di Michele Bravi, della Mannoia, della Turci e di Gabbani, ma mi sono piaciuti molto, fra i giovani, Maldestro, Lele, Valeria Farinacci e Mirage.

La conduzione di Carlo Conti e Maria De Filippi è stata impeccabile, e secondo me è migliorata di sera in sera. Non credo ci sia molto da aggiungere tranne il fatto che mi sono davvero molto divertita con la formula trovata dalla Ceres, con quel balcone affacciato su Corso Matteotti, dal quale salutavamo le persone, ma soprattutto affacciato sul web.

Ora di Sanremo non se ne parlerà più per un anno. Meno male!

Commento su FMD