Home Musica Madonna “Donna dell’anno” ai Billboard Women in Music Awards – Il discorso...

Madonna “Donna dell’anno” ai Billboard Women in Music Awards – Il discorso che emoziona il mondo

776
0
SHARE
Voto Autore

di Angela Paonessa

Madonna è stata premiata ai Billboard Women in Music Awards: è questa la notizia che spopola sul web negli ultimi giorni. L’artista di Bay City (che ha conquistato il mondo intero con singoli quali Like a Virgin, Vogue, Into the Groove, Like a Prayer) ha ritirato il premio come Donna dell’anno agli scorsi Billboard Women in Musicacnora commuovendosi per l’inaspettata onorificenza.

Se sul red carpet Madonna si è mostrata con passo fiero e sicuro, sul palcoscenico qualcosa invece l’ha resa più fragile: l’emozione ha avuto la meglio ed il tanto atteso discorso della Lady è risultato un fiume in piena di parole toccanti, dette con l’animo di una artista che cavalca l’onda del successo discografico da ben 34 anni.


“Tutti dicono che sono controversa, ma la cosa più controversa che io abbia mai fatto in realtà è restare qui. Michael Jackson se n’è andato, Tupac è volato via, così come Prince, David Bowie e Amy Winehouse. Io sono ancora qui, in piedi. Ogni giorno ringrazio per questa benedizione”.

Quella della perdita dei colleghi è una esperienza forte per Madonna, sopratutto nell’ultimo ventennio: ecco che il discorso di rito esordisce con un devoto ringraziamento a chi guarda dall’alto. Madonna ha poi continuato riferendosi direttamente al premio  ricevuto:

“Grazie per avermi riconosciuto il merito di continuare a portare avanti la mia carriera da ormai 34 anni, nonostante la palese misoginia e il bullismo che molto spesso mi sono trovata a dover affrontare. Quando ho cominciato sono stata subito definita un’icona gay e a quei tempi non era una cosa sicura. New York era spaventosa e nel mio primo anno lì sono stata violentata e aggredita, nei successivi ho perso tutti i miei amici per AIDS o per colpi di pistola.”

 

L’artista ha poi proseguito citando i suoi riferimenti e raccontando la difficoltà di essere donna:

“La mia vera fonte di ispirazione è stata David Bowie. Incarnava lo spirito maschile e femminile e questo si adattava perfettamente a me. Mi ha indotto a pensare che non ci fossero regole. Ma sbagliavo: non ci sono regole se sei un maschio. Ci sono regole se sei una ragazza. Se sei una ragazza devi stare al gioco. Ti è concesso essere carina, graziosa e sexy. Ma non puoi sembrare troppo intelligente. Non puoi avere un’opinione che esula dal pensiero comune. Ti è concesso essere trattata come un oggetto dagli uomini e vestirti come una sgualdrina, ma non puoi rivendicare la tua sgualdrinaggine. E non devi, ripeto non devi, condividere le tue fantasie sessuali con il mondo.”

 

Photo by Kevin Mazur/Getty Images for Billboard Magazine

“A un certo punto della mia vita mi sono sentita la persona più odiata del mondo. Per un po’ non mi hanno considerata perché ero sposata con Sean Penn, non ero più una minaccia. Anni dopo, divorziata e single, ho pubblicato l’album Erotica e il libro Sex: ogni cosa che leggevo su di me era una condanna. Mi chiamavano puttana e strega. Un titolo mi paragonava a Satana. Mi sono detta: ‘Aspetta un attimo, ma Prince non è in calze a rete, tacchi a spillo, rossetto e il sedere di fuori?’. La risposta era sì. Ma lui era un uomo. Quella è stata la prima volta che ho veramente capito che le donne non hanno la stessa libertà degli uomini”.

“Le donne sono state oppresse così a lungo che hanno iniziato a credere quello che gli uomini dicono di loro. Come donne dobbiamo iniziare ad apprezzare il nostro valore e quello delle altre. Andiamo in cerca di donne forti delle quali diventare amiche, con le quali schierarci, dalle quali imparare, con le quali collaborare, dalle quali possiamo trarre ispirazione”.

 

Photo by Nicholas Hunt/Getty Images for Billboard Magazine

La conclusione è dedicata alla capacità di trovare motivazione proprio nei forti ostacoli incontrati:

“A chi ha reso la mia vita un inferno dicendomi che non potevo, che non sarei stata e che non dovevo, voglio dire che la vostra resistenza mi ha resa più forte, mi ha spronato e mi ha reso la combattente che sono oggi. Ha reso la donna che sono oggi. Quindi, grazie”.

Un discorso condiviso da tutti i presenti all’evento e non solo. Un discorso che ha drizzato le orecchie a chi le donne le usa da sempre. E anche diretto a quelle donne che troppo spesso si sentono minacciate da un sistema lavorativo prettamente maschile, non trovando la forza per ribellarsi, far valere il loro diritto alla vita e alla libertà di azione. E ancora a quelle donne che non trovano la forza di azzardare un passo deciso perché oppresse da una società maschilista.

Il premio Donna dell’anno ai Billboard Women in Music Awards è quindi un titolo arrivato per merito ad un’artista che della propria femminilità ha fatto un modello e che per spirito e volontà continua a sostenere le donne nelle loro insicurezze, confermando Madonna un esempio per molte ed un’icona intramontabile.

PER VISUALIZZARE IL VIDEO CLICCARE SULL’IMMAGINE
Discorso completo di Madonna – Madonna Woman of The Year Full Speech | Billboard Women in Music 2016

Commento su Faremusic.it