Home Scritto da voi FIAMMA BOCCIA ARRIVA 3rza ALL’EURO FESTIVAL JUNIOR

FIAMMA BOCCIA ARRIVA 3rza ALL’EURO FESTIVAL JUNIOR

400
0
SHARE
Voto Autore
di Luca Viviani

Domenica 20 Novembre, a Malta, si è svolta una manifestazione poco conosciuta ma non sottovalutatile per quanto riguarda l’aspetto autoriale. La manifestazione si chiama Euro Festival Junior (che è un po’ la sorellina minore del suo omonimo più conosciuto) e si può considerare il più importante e seguito, in Europa, per quanto riguarda le canzoni per ragazzi. Ma perché ne parlo? Perché la Rai, e quindi la nostra nazione, dopo un deludente piazzamento nel 2015, è salita sul virtuale podio, ottenendo la terza posizione. Un risultato da non dimenticare, perché creato da un gruppo di lavoro ben affiatato, cui il dirigente di Rai Gulp, responsabile della rappresentanza italiana, si è affidato in seguito all’ascolto del brano.

La canzone cantata dalla piccola Fiamma Boccia (che già annovera nel suo curriculum una vittoria nel 2013 allo Zecchino d’oro) intitolata “Cara mamma“, è stata scritta da M. Iardella, A. Ghironi, F. Spadoni e dalla stessa Boccia, autori giovani e di sicuro talento (Marco Iardella, in verità, è già reduce da più di un piazzamento di merito allo Zecchino d’oro). Un bel team insomma, un bel modo di creare una strada.

15282004_1622272204464883_1884746876_n

Le canzoni per bambini dovrebbero avere più seguito. Non capisco per quale motivo se ne parli sempre così poco. Negli anni sessanta e settanta costituivano una delle colonne portanti della discografia e delle sigle televisive.

Molti grandi autori si sono cimentati nella loro scrittura. Mi preme ricordare, velocemente, due dei maggiori, Bruno Lauzi e Sergio Endrigo, di cui invito a riscoprire i lavori più belli. Il mondo dei bambini è un mondo, ancora, apparentemente puro, un mondo raccontabile. Il suo sviluppo è poco prevedibile. Molto è stato scritto, ma altrettanto ha ancora da dire. Forse è per questo che sempre più autori si armano di fantasia e si dedicano agli ascoltatori più piccoli. Perché i bimbi sanno ascoltare. E capiscono. Cosa che, purtroppo, riesce sempre meno a noi adulti. In ogni caso, io credo in chi alla musica crede. Credo nella crescita, nel miglioramento, nella necessità di sentirsela addosso.

Non so per quale motivo ho sentito il bisogno di parlare di questa canzone, di questo festival, di questo mondo. Forse perché conosco alcuni degli autori coinvolti, forse perché sono dell’idea che questo sia un gran bel risultato, o forse solo perché so che dietro a tutto questo ci sta un gran lavoro. Lavoro fatto col cuore e con le mani, con la voglia e con il sudore. Oppure, più semplicemente, amo le cose che non strillano sulle prime pagine dei giornali ma che, in qualche modo, mi sono e sento vicine. Sono, comunque, fermamente convinto che la forza sia nella squadra e questa squadra (e lo ha ampiamente dimostrato, saltando fuori dal nulla e arrivando terza tra diciannove partecipanti europei) ha tutte le carte in regola per far parlare ancora di sé.

Di seguito la classifica finale:

1) Georgia – Mariam Mamadashvili con “Mzeo”
2) Armenia – Anahit & Mary con “Tarber”
3) Italia – Fiamma Boccia con “Cara mamma”
4) Russia – The Water of Life Project con “Water of life”
5) Australia – Alexa Curtis con “We are”
6) Malta – Christina Magrin con “Parachute”
7) Bielorussia – Alexander Minyonok con “Musyka moikh pobed”
8) Paesi Bassi – Kisses con “Kisses and dancin”
9) Bulgaria – Lidia Ganeva con “Magical day”
10) Irlanda – Zena Donnelly con “Brice ar Bhrice”
11) Polonia – Olivia Wieczorek con “Nie zapomnij”
12) Macedonia – Martija Stanojkovic con “Love will lead our way”
13) Albania – Klesta Qehaja con “Besoj”
14) Ucraina – Sofia Rol con “Planet craves of love”
15) Israele – Shir & Tim con “Follow my heart”
16) Cipro – George Michaelidis con “Dance floor”
17) Serbia – Dunja Jelicic con “U la la la”

SHARE
Previous article“Atlas – La Riscoperta del Mondo”: nel nuovo progetto di Roberto Cacciapaglia una carriera lunga 15 album. E un omaggio a Bowie
Next articleGli Oliver Onions dei fratelli De Angelis a Budapest si riuniscono celebrando 50 anni di successi – In ricordo di Bud Spencer
Luca Viviani

Iscritto alla SIAE dal 2002. Autore di testi e poeta

Ho partecipato ad alcuni premi a livello nazionale ottenendo ottimi riconoscimenti e segnalazioni; tra gli altri: 1° class. Pr. Alpi Apuane; 1° class. Pr. Artepoesia a Montepulciano; 2° class. Pr. festa della donna – Viareggio; ecc…
Alcuni componimenti sono stati pubblicati in antologie a livello nazionale quali: “Note di poesia – il meglio di Roxyweb.it”, “Navigando nelle parole” ed. il Filo ecc.

Ideatore e curatore di incontri letterari in ambito poetico e di una rubrica di poesia su un mensile locale dal titolo “Officine Versilia” per il quale ho scritto anche alcune recensioni musicali.

Dee-jay radiofonico per emittenti (sempre a livello locale) anche di prestigio come Radio Forte dei Marmi e Radio Babilonia, con programmi atti a promuovere la musica d’autore sia italiana che straniera e programmi di puro divertimento e satira.

Nel 2007 vincitore della sezione autore di testi premio inedito – citta di Chieri

Nel 2011 vincitore della sezione testo inedito del Premio Lunezia.

Dal 2013 iscritto all’associazione muovilamusica, nata da un’idea di Alberto Salerno
Nel 2014 ho partecipato al work-shop di lavoro organizzato dall’associazione muovilamusica, a cui ha partecipato Alberto Salerno, Alberto Simonluca Favata, Mara Maionchi, Giulia Fasolino, Mariano Dattoli, Tino Silvestri, Umberto Iervolino,

Iniziatore e fondatore della pagina facebook volta alla promozione degli artisti emergenti e/o indipendenti, “musica dal web”

Nel settembre 2013 esce il singolo “vado via” interpretato da Alino Vignali, di cui sono autore del testo

Il 15 settembre 2014 è uscito il primo singolo di Camillo Avella dal titolo “uomo libero”, di cui sono autore del testo, prodotto dalla Skè entartainment
Nello stesso anno, vedono la luce anche il brano “tra le stanze di seta” scritto e interpretato da Corrado Halo e gli A7ico,

e il primo singolo di Giuliana Danzé, “giorni pesanti”, di cui sono autore del testo e produttore artistico e esecutivo insieme al compositore Massimo Pellegrini.

Uscito nel novembre 2015, “Io”, primo album della bresciana Elly che mi vede collaborare in qualità di autore di testi, nei brani: “andare avanti”, “un brivido leggero”, un amore a metà

Uscito nel 2015, anche il singolo di Filippo Fuccillo, “notte per notte”, con marchio Sony

Del 2015 anche “matrix” e “salta le scale”, scritte con Elio Aldrighetti

A giugno 2015 ho pubblicato il mio primo libro di poesie intitolato “dietro la notte”, reperibile sulla piattaforma de la repubblica “ilmiolibro.it” e piazzatosi tra i primi dieci nel premio omonimo

Settembre 2016, usciti, in contemporanea, il singolo “non lasciarsi mai”, apripista dell’album “gomena”, di Filippo Minoia e “le predicazioni” di Michele Papale
Aprile 2017 fa la sua apparizione il brano “madre di Salem”, interpretato da Franky Harper e scritto in collaborazione con Tony Simeone

Commento su FMD