Home Musica e Diritto SIAE Incontra e Ascolta – Workshop dedicato agli Associati e al rinnovamento...

SIAE Incontra e Ascolta – Workshop dedicato agli Associati e al rinnovamento dell’Associazione

363
0
SHARE
Crediti Foto Alberto Salerno
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Ieri mattina si è svolto un interessante workshop dedicato agli Associati SIAE della sezione Musica.

L’incontro – dal titolo SIAE Incontra e Ascolta – ha avuto luogo presso l’Unicredit Pavilion,Piazza Gae Aulenti 10 Milano. Presenti il presidente Filippo Sugar, del direttore generale Gaetano Blandini, il direttore della rete territoriale Pietro Ietto, il direttore licenze e servizi centrali Sergio Fasano e il direttore della divisione musica Matteo Fedeli.

Crediti Foto Alberto Salerno
Crediti Foto Alberto Salerno

L’incontro ha messo in luce il rinnovamento della SIAE (ne avevamo già accennato in un precedente articolo, coadiuvati dall’intervento di Roberto RazziniManaging Director di Warner Chappell Music Italiana, Presidente di FEM e Membro del Consiglio di Sorveglianza SIAE), presentata in una veste rinnovata, trasparente e semplice.

Una presentazione concreta seguita da dimostrazioni visive (mediante diapositive) dei cambiamenti già in atto e futuri, a partire dal deposito online, che non necessiterà più del manoscritto, ma della semplice allegazione di un file mp3 (il deposito online sarà presumibilmente attivo a partire dal prossimo 12 dicembre).

Presente al workshop anche il “nostro” editore Alberto Salerno, che sul suo profilo ha esposto chiaramente la sua piena soddisfazione per l’esito dell’incontro tra Siae e associati.

Crediti Foto Alberto Salerno
Crediti Foto Alberto Salerno

Oggi a Milano, con Filippo Sugar, accompagnato dai vertici, la SIAE ha organizzato un fantastico incontro con i suoi associati. Durante tutta la mattina, con l’aiuto di diapositive, abbiamo toccato con mano i cambiamenti già avvenuti, quelli in essere e quelli futuri, prima di tutto la possibilità del deposito on line, senza più bisogno del manoscritto, ma allegando semplicemente un file mp3. Troppe le cose spiegate per poterle riportare qui. Il sito è stato completamente rifatto e ora ha delle opzioni incredibili, come la possibilità di controllare persino cosa ha reso una vostra canzone a Padova, piuttosto che a Crotone. L’accoglienza, per quel che mi riguarda, è stata più che gradevole. Ho fatto i complimenti al Presidente e al Direttore Generale per come stanno portando la SIAE nel mondo di oggi. Avanti così, sempre”.

Il cambiamento di Siae era ovviamente atteso e auspicato da tutti; Filippo Sugar e i suoi collaboratori non hanno tradito le aspettative, e noi non possiamo che esserne lieti, augurando loro un buon lavoro per il proseguimento di quello che già si annuncia un completo rimodernamento, in nome della semplificazione e tutela degli associati.

SHARE
Previous articleFiorella Mannoia: “Combattente” un album di classe, un album concreto, un album della speranza – RECENSIONE
Next articleBenvenuti a casa Brachetti – La realtà è “SOLO” immaginazione
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su FMD