Home Musica Gli Oasis al cinema con Supersonic

Gli Oasis al cinema con Supersonic

621
0
SHARE
Voto Autore

di Giuseppe Santoro

È stato il primo singolo, la prima tappa di un lungo e strepitoso cammino musicale. Probabilmente gli Oasis già sapevano che Supersonic, scritta in pochi minuti da Noel, sarebbe stata un successo planetario. I litigiosi fratelli Gallagher non hanno mai dubitato delle loro capacità e oggi la loro ascesa, raccontata attraverso interviste inedite e spezzoni da concerti-evento, è diventata un film. Supersonic appunto, già proiettato in anteprima il 14 Maggio al Festival di Cannes, arriverà nei cinema italiani i prossimi 7,8 e 9 novembre, per tre giorni di proiezione esclusiva.

oasis905-675x905
Al momento il documentario rimane l’unico modo di poter vedere sullo stesso schermo i due fratelli di Manchester, che da tempo non si parlano se non attraverso i social, riempiendosi sempre di parole poco carine. Basti pensare che alla prima del film era presente soltanto Liam, mentre il fratello maggiore ha deciso di non farsi vedere.

In una recente intervista, Liam ha affibbiato tutte le colpe a Noel per la mancata reunion di cui si parla da anni: “…la verità è che lui vuole suonare in una band solista, se la gente crede che la colpa sia delle mie frecciatine su Twitter non ha capito nulla. Le domande su un ritorno degli Oasis le dovete fare a Noel, è colpa sua”. Non sembrano esserci quindi al momento molte possibilità di rivedere i due fratelli in concerto insieme e ancora meno probabile è ascoltare nel breve periodo nuove canzoni firmate Oasis.

images
Per adesso c’è questo docufilm firmato da Matt Whitecross, che per i più impazienti che non vogliono aspettare novembre, si potrà scaricare da itunes già il 24 ottobre o acquistare in Dvd/Blu-ray il 31 ottobre.

[youtube id=”9waBd3yPOLE”]

SHARE
Previous articleAlessandra Amoroso, una vita color platino – Incontro al Teatro San Babila
Next articleDaniele Silvestri e Caparezza si fanno guerra con il SALE – Uscito nuovo singolo “La Guerra Del Sale” da “Acrobati”
Giuseppe Santoro
Ricco, bello, dolce e simpatico nella vita precedente. In questa invece, nasco a Lecce il 18 luglio del 1989 da una famiglia di professori. Mia madre insegna Lettere in una Scuola Media di provincia e mio padre, adesso pensionato, era insegnante di Educazione Fisica. Dopo il diploma commerciale ho lavorato come impiegato in un Centro di Medicina Nucleare per un anno e mezzo, ma purtroppo in seguito ai tagli alla sanità pugliese, all’inizio del 2011 mi sono ritrovato disoccupato. Nel 2013 ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e adesso frequento la facoltà Magistrale di Lettere Moderne. Importante è stata per la mia formazione professionale, l’esperienza come responsabile comunicazione e social per il sito Cometiveste.it, di cui sono il fondatore con altri due ragazzi. Canto in una band da due anni e adesso ci stiamo dedicando anche allo sviluppo di alcuni progetti inediti. Ho sempre scritto testi musicali, poesie, ma anche saggi brevi sugli argomenti più disparati e nei miei articoli mi piace osservare la società con occhio critico. Oltre a un’ ipotetica carriera nell’ambito dell’insegnamento, molto difficile visti i tempi che corrono, mi piacerebbe continuare a dedicarmi alla critica musicale e sociale. Non amo molto dire cose ovvie e in generale, non mi piace stare dalla parte del più forte. Da un po’ di tempo collaboro con questo blog che credo stia diventando un punto di riferimento importante per chi ama la musica e i suoi retroscena. Spero di essere all’altezza del compito e poter interessare i lettori a quelle che sono le mie idee e i miei pensieri.

Commento su Faremusic.it