Home Musica SANREMO: SVELATI I 20 BIG IN GARA TRA “AMICI”, AMICI DI RADIO,...

SANREMO: SVELATI I 20 BIG IN GARA TRA “AMICI”, AMICI DI RADIO, TALENT VARI E ALCUNE BELLE SORPRESE

1080
0
SHARE
Voto Autore

di Mariafrancesca Mary Troisi

Presentati oggi i nominativi dei Big che parteciperanno al Festival di Sanremo 2016 che avrà luogo sul palco del solito Teatro Ariston dal 9 al 13 febbraio.

Questo pomeriggio, su Rai Uno, Sir Carlo Conti (anche se l’appellativo giusto sarebbe quello di “impiegaro del catasto RAI“), tra una standing ovation (un po’ forzatuccia del pubblico) e un paio di sketch grossolani, ha presentato dal cavaliere senza macchia (mah) e senza paura (ari mah), Massimo Giletti, all’interno del suo contenitore domenicale, l’Arena (si scannano tutti, da qui il titolo), alla presenza di giornalisti accreditati, quali Paolo Giordano de Il Giornale, Mario Luzzato Fegiz de Il Corriere della Sera,  la Comazzi de La Stampa, l’Iva nazionale (non quella da pagare, la cantante Zanicchi) e Alba (infilala ovunque) Parietti, i 20 nomi dei big che parteciperanno al prossimo Festival di Sanremo.

L’aria che tirava era quella delle grandi occasioni. Sanremo è atteso da tutti come il grande evento dell’anno (se lo dicono loro!)

Carletto Conti sul suo foglietto di carta scarabocchiato ha snocciolato via via tutti i nomi dei cantanti in gara, tra sorprese (poche) e conferme di quanto non cambi mai niente (tante).

12313644_1054053817973452_2669381524205187587_n

Il cast personalmente non mi dispiace affatto, va detto, sottolineato, e ribadito. Gli autori di alcuni testi lasciano già presagire la “bontà” del pezzo. Come: Sangiorgi per Caccamo/Iurato; Zampaglione per Patty Pravo; Masini, Iammarino, Adami, per Noemi (etc etc).

La cosa che lascia un pochino d’amaro in bocca è vedere la consueta pesca dai talent (pesca sicura, per l’audience) o da realtà vicine all’editoria discografica radiofonica. Ma tant’è…è con questo che dobbiamo fare i Conti (di Conti e il suo Festival) purtroppo in Italia.

Cosa dire poi di quel voler contrapporre i Dear Jack con Bernabei, ex frontman del gruppo, che ora gareggia da solo, oppure, altro colpo di coda per l’audience, come far rivaleggiare quel geniaccio di Elio (e le storie tese) con Morgan (insieme al suo gruppo, i Bluvertigo), che non si sono mai potuti soffrire troppo, quando facevano i giudici ad XFactor.
Che l’audience vinca sempre, nei secoli e nei secoli, amen.

C’è pesca dai talent, dicevamo, ma anche alcune piacevoli sorprese e ritorni, come gli Stadio, Ruggeri, Dolcenera, Patty Pravo.

In attesa di ascoltare i brani, e lasciandovi con la lista completa degli artisti in gara, non va dimenticata la presenza come ospite sicuro di Leonardo Pieraccioni. Ti pare che il buon Carlo non si portava l’amico a Sanremo anche quest’anno? Siamo in Italia, mica per niente.

Italia si, Italia no, la terra dei cachi (Io non tifo per Elio – a scatola chiusa, è una vostra impressione!).

12348094_1054122777966556_7534398505857257709_n

Ecco i 20 BIG:

Via da qui – Deborah Iurato e Giovanni Caccamo
La borsa di una donna – Noemi
Noi siamo infinito – Alessio Bernabei
Il primo amore non si scorda mai – Enrico Ruggeri
Guardando il cielo – Arisa
Wake Up – Rocco Hunt
Mezzo respiro – Dear Jack
Un giorno mi dirai – Stadio
Infinite volte – Lorenzo Fragola
Il diluvio universale – Annalisa
Blu – Irene Fornaciari
Sogni e nostalgia – Neffa
Di me e di te – Zero Assoluto
Ora o mai più – Dolcenera
Quando sono lontano – Clementino
Cieli immensi – Patty Pravo
Finalmente piove -Valerio Scanu
Semplicemente – Morgan e i Bluvertigo
Nessun grado di separazione – Francesca Michielin
Vincere l’odio – Elio e le Storie Tese

Tra i nomi “esclusi” ci sono quelli di Luca Barbarossa, Sarcina, Samuele Bersani, Syria, la coppia Atzei -Grignani

 

SHARE
Previous articleIl produttore siciliano Daniele Grasso risponde a Roberto Vecchioni
Next articleTerritori occupati
Mariafrancesca Mary Troisi
Da sempre appassionata alla letteratura italiana, ho iniziato a scrivere da ragazzina. Passione, insieme a quella per la musica, ereditata da mio padre, scomparso quando ero ancora piccola. In breve tempo la penna e il foglio (o lo schermo di un pc) sono diventati il “mio amico fedele”, capace di comprendere perfettamente ogni mio stato d’animo. Dall’età di 6 anni, per circa 8 anni, ho preso lezioni di pianoforte classico, e per due anni consecutivi, ho fatto parte di un coro, partecipando a svariati concorsi, portando il folclore della mia terra (la Campania) in giro per l’Italia. Esperienza, insieme a quella del pianoforte, volutamente accantonata, ma non conclusa, perché il “mondo della musica” ha continuato ad affascinarmi, anche se in altre “vesti”. Ho iniziato, infatti, a scrivere testi di canzoni, sviscerandomi e “confidandomi” in ogni mio testo, scoprendo così, lati di me, sconosciuti anche a me stessa. Per circa un anno ho collaborato con una rivista, scrivendo racconti. Ho partecipato a diversi concorsi di poesia; le poesie sono sempre state scelte per la pubblicazione. Ho avuto il piacere e onore di essere inserita lo scorso anno nell’Enciclopedia dei Poeti Contemporanei, intitolata a Mario Luzi, patrocinata dal Senato della Repubblica, con 3 poesie. Dall’inizio dell’anno ho una sorta di blog su fb, una pagina sui cui appunto considerazioni, riflessioni, e su cui pubblico periodicamente racconti e poesie. Ho provato di recente anche l’esperienza della radio, facendo uno stage /laboratorio full immersion, con alcuni degli speaker più “quotati” attualmente. Esperienza, quella della radio, che riprenderò a breve, senza abbandonare quello che è il mio sogno più grande, ossia continuare a scrivere. Perché paradossalmente sono i sogni l’unica certezza che abbiamo.

Commento su Faremusic.it